«Nature Urbane fa riscoprire l’orgoglio della varesinità»

La Provincia Varese - 02/10/2017

Il primo dei due fine settimana di Nature Urbane porta con sé anche un forte successo di pubblico e partecipazione, con il sold out delle visite alle ville e ai giardini e una domenica vissuta da centinaia di famiglie tra natura, sport, cultura, manifestazioni di beneficenza ad affollare anche il centro cittadino e migliaia gli atleti in gara per la Gran Fondo della Tre Valli. Aspettative del tutto soddisfatte e anche oltre, a cominciare dalle visite guidate ai parchi e agli edifici aperti per la prima volta nella loro storia: da Mustonate all’Isolino Virginia, da villa Paradeisos alle ville Bianchi, Colombo, Agosteo e Carmen Sylva fino alle sorgenti dell’Olona, al Birrificio Poretti e alle passeggiate alle Pizzelle è stata una giornata alla (ri)scoperta del nostro territorio. Fra i visitatori che hanno partecipato ai numerosi eventi tantissimi varesini, ma anche milanesi e svizzeri, cosa che riporta indietro negli anni, a dimostrazione del successo dell’iniziativa e degli scopi per i quali è stata concepita: ritornare agli antichi fasti della Città Giardino. Seguitissime anche le letture del Barone Rampante: la terza puntata è stata interpretata da Flavio Oreglio nello Nature Urbane miete consensi. Tantissimi i varesini presenti agli eventi ma anche tanti “forestieri” splendido scenario delle Ville Ponti, e ad ascoltare le peripezie del barone Cosimo nei 250 anni da quel 1767 in cui è ambientata la vicenda, nelle tre serate, centinaia di spettatori. Grande interesse anche per la proiezione del più vecchio documentario sulla Città Giardino: “Varese, The Garden City”, 1930 circa. «Oggi ho incontrato tantissimi visitatori e molti provenienti da fuori Varese – ha dichiarato il sindaco Davide Galimberti – tutti attratti dall’inteso e ricco programma di Nature Urbane ma soprattutto dal tema che abbiamo deciso di dare a questa iniziativa mettendo al centro una delle più grandi ricchezze di Varese, il paesaggio, proponendo ai visitatori un mix di cultura e natura che fino ad ora sta riscuotendo un grande apprezzamento. Credo che il grande merito di Nature Urbane stia nell’aver mosso un nuovo e importantissimo passo per la promozione della nostra città. Queste iniziative contribuiscono a diffondere il nome e il brand Varese. Ringrazio quanti stanno riscoprendo l’orgoglio di essere varesini e si stanno facendo promotori del territorio. Da questo abbiamo tutti da guadagnare, il nostro tessuto economico, commerciale, turistico e ambientale». n