Nature urbane fa boom Dimore da tutto esaurito

La Prealpina - 02/10/2017

Bilancio positivo per il primo weekend di “Nature Urbane”, il festival del paesaggio istituito dalla giunta Galimberti per valorizzare il patrimonio urbano della Città giardino.

Tutte sold out infatti le visite alle ville e ai giardini, migliaia le persone che hanno partecipato all’iniziativa.

Una domenica all’insegna di natura, grande sport, cultura e tante manifestazioni quella vissuta ieri in città.

Tantissimi i varesini che hanno partecipato alle iniziative in programma e in tanti sono arrivati da Milano e dalla Svizzera per trascorrere qui un fine tra natura, arte e cultura. In serata, dopo le ville private, si è proseguito con la terza puntata delle letture del “Barone Rampante” di Calvino, che dopo Villa Panza e i Giardini Estensi, ha avuto come splendido scenario il parco di Ville Ponti. A interpretare le letture è stato Flavio Oreglio e non David Riondino come inizialmente previsto. Ad ascoltare Calvino nelle tre serate, centinaia di persone affascinate da questo suggestivo e spettacolare evento. Spazio poi al cinema con la proiezione del più vecchio documentario sulla Città Giardino, “Varese, The Garden City”.

Dopo solo tre giorni, l’iniziativa ideata per scoprire le bellezze paesaggistiche e culturali della città sta registrando numeri oltre le aspettative per la prima edizione di quello che l’amministrazione ha definito un inizio a cui ci sarà un seguito sempre più ricco. Le visite alle ville private in programma nel weekend hanno registrato tutte il “pienone”. Giardini ed edifici visitabili per la prima volta in assoluto che si sono riempiti per tutto il giorno di gruppi di visitatori che, accompagnati da guide turistiche, hanno potuto ammirare le bellezze delle residenze di Varese con i loro parchi e giardini. Da Mustonate all’Isolino Virginia, da villa Paradeisos alle ville Bianchi, Colombo, Agosteo e Carmen Sylva fino alle sorgenti dell’Olona e alle passeggiate al Campo dei Fiori: è stata una giornata dedicata alla scoperta e conoscenza del nostro territorio.

Davide Galimberti già alla presentazione in salone Estense di venerdì aveva parlato di «emozione» commentando la risposta di pubblico.

«Ho incontrato tantissimi visitatori e molti provenienti da fuori Varese – ha dichiarato invece il sindaco Galimberti dopo questo weekend -, tutti attratti dall’intenso e ricco programma di Nature Urbane ma soprattutto dal tema che abbiamo deciso di dare a questa iniziativa mettendo al centro una delle più grandi ricchezze di Varese».
Sono infatti il paesaggio e il mix di cultura e natura la ricetta del successo secondo il primo cittadino.