Nascerà la Cittadella del Rugby Il consiglio comunale dice sì

La Provincia Varese - 20/02/2017

Con 28 voti favorevoli e uno contrario (quello di Valerio Mario Vigoni, lista Orrigoni), l’altra sera in Consiglio comunale è passato il punto relativo alla costruzione della Cittadella del Rugby che prevede anche la creazione di un parcheggio di 63 posti auto lungo la via Maspero. La riqualificazione di un’area degradata di Giubiano, dunque, diventa più vicina, anche se dipende dal trasferimento di risorse del Coni di 500 mila euro (i fondi non sono ancora stati trasferiti perché manca il decreto con cui si emette l’importo). Il terreno su cui si vorrebbe costruire il parcheggio è scosceso e verrebbe portato in piano attraverso un muro di contenimento. Con il parcheggio, e una maggiore fruizione, inoltre, dovrebbe venir meno anche il problema delle discariche abusive che da sempre interessano quel terreno. Questo è un punto che interessa particolarmente il consigliere Mauro Gregori, che ha presentato una raccomandazione a nome di tutta la lista Davide Galimberti: «Propongo di creare una piccola isola ecologica di quartiere tramite aziende specializzate; il servizio verrebbe gestito da Aspem». Nello specifico: «nella zona verrebbe situato un container per raccogliere i rifiuti e i materiali di scarto, come i divani, la tv, il computer che sono abbandonati lì da tempo. Andare a recuperare i rifiuti che vengono gettati giù dalle rivette significa utilizzare camion e operai, con un aggravio di costi per tutta la collettività. Per quello è opportuno installare più container: uno per gli ingombranti, uno per il verde, uno per il vetro e la plastica, in modo che tutto possa essere svuotato semplicemente da Aspem, senza dover organizzare operazioni speciali di pulizia». «Stiamo per fare un bel campo di rugby e un parcheggio, evitiamo che nella zona ci siano auto parcheggiate ovunque e discariche – continua Gregori – La piccola isola ecologica dovrebbe essere videosorvegliata, in modo che chi vandalizza o imbratta sia subito trovato. In caso contrario, il rischio è quello di andare a spendere soldi per avere un bel campo sportivo affianco a una grande discarica». Emilio Corbetta, consigliere del Pd, ha chiesto che una parte dei posti auto venga riservata alle necessità degli utenti del cimitero e del forno crematorio, così come richiesto dalla Socrem. Unica voce contraria quella di Vigoni, che ha espresso alcuni dubbi rispetto al costo dell’opera e al rapporto costi benefici, specialmente per quanto riguarda il muro di contenimento funzionale alla creazione del parcheggio. n