Nasce lo Statuto del frontaliere

La Prealpina - 25/10/2016

Un primo importante passo verso la costituzione dello “Statuto del frontaliere”, da tempo caldeggiato dal sindacato di categoria e che ora può contare sull’avvio del suo iter. Ieri a Roma, al Ministero degli Affari Esteri, si è insediato, proprio con questo scopo, il tavolo interministeriale sulle tematiche del lavoro frontaliero. Le organizzazioni sindacali intendono, con questo strumento, affrontare temi quali fisco, tassazione , welfare e status giuridico di una figura, quella del frontaliere, che conta oltre 100.000 lavoratori in Italia e oltre un milione in Europa.

«Il governo ha finalmente recepito la richiesta di affrontare il tema. L’obiettivo -spiegano i segretari generali di categoria di Cgil, Cisl e Uil- è di addivenire in tempi rapidi all’approvazione di una legge specifica. Ci aspettiamo da parte del Parlamento , e in particolare dai parlamentari delle zone interessate al frontalierato, la necessaria collaborazione per arrivare a un risultato storico». L’iniziativa assume un rilievo particolare dopo le vicende e le tensioni nei rapporti tra Italia e Svizzera con l’iniziativa popolare “Prima i nostri” del Canton Ticino. E trova già una sponda nel Vco. Del tema si è già discusso infatti venerdì in Provincia durante il Tavolo del Frontalierato, a cui è intervenuto il viceministro all’Economia con delega alle Finanze, Luigi Casero, accompagnato dall’onorevole Enrico Borghi e dal vicepresidente della Regione Piemonte, Aldo Reschigna. Oltre allo Statuto del frontaliere si è parlato della tassazione ordinaria dei redditi dei frontalieri -tema per il quale sono state sottoposte al viceministro soluzioni per arrivare a un provvedimento del Governo- e della peculiarità dell’economia delle zone di confine, come il Verbano Cusio Ossola. «È stato un incontro operativo e ho apprezzato la concretezza del viceministro Casero e l’impegno dello stesso ad intervenire, sia in ambito amministrativo che legislativo, nelle sedi opportune», commenta il presidente della Provincia, Stefano Costa.