MvAgusta con Pirelli Il trionfo del “Made In” lancia la Diablo Brutale

La Provincia Varese - 18/05/2016

Mv Agusta e Pirelli, due marchi storici del made in Italy, insieme per un progetto speciale proprio per celebrare l’eccellenza italiana. I due brand hanno ideato una versione speciale dell’ultimo modello naked della casa varesina della Schiranna, che per questa moto ha selezionato come primo equipaggiamento proprio i nuovissimi pneumatici Pirelli. È stato ribattezzato “Diablo Brutale” questo esemplare unico che è un omaggio al design, all’artigianalità, alla sportività e all’alto contenuto tecnologico dell’ultimo nato tra gli pneumatici supersportivi della famiglia Diablo. Mv Agusta e Pirelli collaborano da diversi decenni; a partire dal 2011, l’azienda varesina ha deciso di affidarsi solo al brand Pirelli per equipaggiare tutti i suoi modelli di motociclette. Da un lato, l’estrema evoluzione tecnologica della gamma di pneumatici Diablo, il Diablo Rosso III, nuovo pneumatico supersportivo di Pirelli, nato dalla pista per la strada; dall’altro, la Brutale 800, una moto il cui progetto originario risale al 2001 e che, anno dopo anno, ha saputo rinnovarsi nello stile e nello spirito, cambiando ma rimanendo sempre fedele a se stessa, per conquistare nuove generazioni di appassionati. Diablo Brutale è un esemplare unico della nuova Mv Agusta Brutale 800, che nasce come omaggio al design, alla sportività e all’alto contenuto tecnologico dell’ultimo nato tra gli pneumatici supersportivi della famiglia Diablo, che la casa della Schiranna ha scelto, per prima, come primo equipaggiamento per questa moto. Mv Agusta ha deciso di rendere omaggio al nuovo prodotto supersportivo griffato Pirelli tramite alcuni elementi grafici, come ad esempio il logo del Diablo Rosso presente in maniera importante sul fianco del serbatoio. Sempre sul serbatoio, ma nella parte centrale, accanto al logo Mv Agusta, appare quello del brand della P lunga e la D rossa tipica del logo Diablo. Con la Brutale 800, la casa varesina ha voluto mettere in discussione stile, motore, dotazione e ciclistica