Museo diffuso e nuovo portale Il turismo cala la doppietta

La Provincia Varese - 13/04/2016

Un museo diffuso e un nuovo portale turistico per la città di Angera che vuole valorizzare tutte le sue attrazioni e rilanciare la sua attrattività. Il prossimo 1° maggio, presenterà le due importanti novità, per raccogliere e far conoscere quindicimila anni di storia e arte, in un paesaggio da favola, che invita al benessere e alla buona cucina. Museo diffuso e portale turistico sono due progetti voluti dall’amministrazione comunale angerese e dall’assessorato alla Cultura. «Il risultato di un lungo lavoro» «Si tratta di un risultato di un lungo e accurato lavoro – spiega Valeria Baietti, assessore alla Cultura e al Turismo – che ha l’intento di incoraggiare e favorire la conoscenza di tutte le bellezze che caratterizzano la nostra città; ci auguriamo, che da questa conoscenza nasca un sincero apprezzamento delle ricchezze del nostro territorio e la volontà di preservarlo e valorizzarlo». I due progetti hanno visto la luce grazie a un co-finanziamento di Regione Lombardia, con il patrocinio della Soprintendenza archeologica della Lombardia e la collaborazione del Museo di Angera. Il territorio ospita decine di monumenti storici e artistici, ambienti incontaminati e protetti, spiagge, sentieri, musei e scorci romantici; la città di presenta come un piccolo gioiello affacciato sul lago Maggiore. Tanto per fare qualche esempio: la Rocca, la Madonna della Riva, il Museo archeologico, la chiesa di Capronno, l’oasi, la spiaggia, San Quirico. Per ora, ne sono state individuati quaranta, che fanno parte del museo diffuso.«Le sale di questo museo – prosegue Baietti – sono a cielo aperto, tra borgo, periferia e frazioni; le vetrine sono a alto di antiche strade, in mezzo al golfo, sottoterra o dietro a un portone». Le didascalie che descrivono ai visitatori e turisti le opere d’arte create dalla natura sono costituite da grandi cartelli sia in italiano che in inglese, collocati in prossimità di ciascuno dei quaranta monumenti. Il Comune ha predisposto anche un’agile guida del museo, che si trova all’ufficio turistico o in biblioteca. Più info da maggio Il 1° maggio verrà messo on line anche il nuovo portale culturale e turistico www.angera.it, creato appositamente per offrire ai visitatori e turisti tutte le informazioni necessarie, oltre ad un approfondimento, in italiano e in inglese, per ogni cartello del museo diffuso. Sul portale si possono trovare indicazioni sui parcheggi, sulle mappe dei sentieri, informazioni, numeri utili, soluzioni per il pernottamento, ristoranti, bar, bagni pubblici, dove gustare prodotti tipici e dove affittare una bicicletta o un motoscafo. Il portale verrà aggiornato con gli eventi in programma e presto arricchito con nuove lingue.