Monte Sette Termini – Neve record in vetta Doppia pista da sci

La Prealpina - 19/01/2021

È stato disegnato un nuovo tracciato per la sola tecnica libera, è stata ribattuta la pista ed è stato segnato il record di presenza di neve per questo millennio. Continuano le novità e i primati 2020-21 al Monte Sette Termini, dov’è stato appena realizzato un nuovo percorso per la sola tecnica libera. «È molto bello e sempre molto tecnico – spiegano dallo Sci club Cunardo, venuto sopra Cugliate Fabiasco in una sorta di trasferta nordica rispetto al tradizionale quartier generale cunardese -. La pista è lunga 1.800 metri, con 70 metri di dislivello e quindi discretamente difficoltosa. Inoltre, non essendoci binari, la pista è praticabile nella sola tecnica libera».

Ai 972 metri di altitudine del Monte Sette Termini, il metro abbondante di neve sceso da inizio dicembre a oggi, ha infatti permesso di ricoprire la vetta di bianco per un mese e mezzo, come non avveniva da anni. »Si tratta di paesaggio fiabesco tra betulle, Lago Maggiore e Monte Rosa – ricordano i promotori dell’iniziativa – e si ringrazia l’amico Maurizio Liborio per averci concesso l’utilizzo dei suoi terreni».

Ora bisognerà vedere quanto durerà la pista, poiché dalla fine di questa settimana è atteso un lieve rialzo delle temperature, che le porteranno a essere superiori alla media stagionale e quindi a dare un flebile assaggio di primavera.

Per adesso, come previsto, la neve ha retto dal 4 dicembre in poi. Anche perché in Valganna, la ghiacciatura del lago e della torbiera di Ganna e, in parte, anche del lago di Ghirla, ha spiegato bene come le temperature siano particolarmente rigide e adatte quindi alla conservazione delle piste battute per lo sci di fondo. Insomma, ironia della sorte, mentre in tutto l’arco alpino gli impianti da sci sono fermi, dopo decenni è tornato a Cugliate Fabiasco e al Monte Sette Termini, dove mancava da tempo immemore, specialmente dagli anni Settanta e Ottanta dove qui, nei weekend, si riversavano centinaia di persone a divertirsi sulla neve e c’era pure uno ski-lift. Non solo: «Sulla pista si può andare anche con gli sci da avvicinamento con le pelli», aggiungono dallo Sci club Cunardo, mentre, senza rovinare il tracciato, è possibile trovare dove transitare senza problemi anche con le ciaspole, l’altro grande ritorno dell’inverno 2020-21. Chiaramente si ricorda che la pista è utilizzabile seguendo le norme previste che, oggi, mette la Lombardia in Zona rossa.

 

A Cunardo 2 chilometri di tracciato Uso gratuito. Ma c’è la zona rossa

ltre al Monte Sette Termini, si può sciare anche a Cunardo dove il locale club è riuscito a battere circa due chilometri di pista. Stando all’attuale normativa, noleggio e spogliatoi restano chiusi. «Chiediamo a ognuno di verificare il proprio caso e l’effettiva possibilità di raggiungerci – spiegano dalla realtà associativa cunardese – nel rispetto delle disposizioni in corso».

A oggi, per esempio, con la Zona rossa, oltre ai cunardesi, sulle piste può arrivare soltanto chi vive in un Comune al di sotto dei 5.000 abitanti e si trova al massimo a 30 chilometri da Cunardo.

Sciare sull’unica pista di sci nordico del Varesotto sarà eccezionalmente gratuito ma si potrà contribuire alla gestione della pista con un’offerta libera in una cassetta posizionata all’inizio del tracciato, inviando un’offerta libera tramite bonifico oppure diventando socio dello sci club pagando la quota di 30 euro tramite bonifico e inviando quietanza all’indirizzo bossiclaudio@libero.it per ricevere la tessera.