Mercato immobiliare: a Varese si muove

Una pubblicazione che è il frutto dell’analisi compiuta da un’apposita commissione che, coordinata dalla Camera di Commercio, ha preso in considerazione le indicazioni degli oltre 200 operatori interpellati: figure professionali che formano la rete di informatori delle associazioni di categoria ANAMA, FIAIP e FIMAA oltre che degli Ordini e Collegi interessati, dell’Agenzia delle Entrate-Territorio, della Provincia e dell’Associazione Costruttori Edili.

«Uno degli obiettivi del nostro ente – sottolinea il presidente della Camera di Commercio varesina,Giuseppe Albertini – è quello di contribuire alla trasparenza del mercato. Con questo volume mettiamo a disposizione un utile strumento di analisi e verifica, consultabile non solo dagli operatori ma anche da tutti quei cittadini che vogliono comperare una nuova abitazione o, semplicemente, avere un’idea di quanto valga la propria casa».

IL MERCATO IMMOBILIARE IN PROVINCIA DI VARESE

A differenza di un passato anche recente, gli ultimi dati immobiliari segnalano come i prezzi del nuovo stiano facendo registrare una certa ripresa, soprattutto per ciò che riguarda le abitazioni in classe energetica alta, che vengono ora prese in considerazione nel volume. Un incremento che va di pari passo con l’aumento delle cosiddette “transazioni normalizzate”, ovvero dell’indice che sintetizza le compravendite di proprietà immobiliari, tenendo conto sia delle quote intere, sia di quelle frazionate. In provincia di Varese, queste transazioni normalizzate, che erano state 7.526 nel 2015, lo scorso anno sono salite a 9.201, con una crescita di oltre il 22%.

LAGO MAGGIORE E NUOVE CASE IN CENTRO VARESE GLI IMMOBILI DI MAGGIOR VALORE

Entrando nel dettaglio delle singole località, scopriamo che i valori più alti si registrano, ancora una volta, sulla sponda lombarda del Lago Maggiore: a Luino, infatti, il nuovo residenziale panoramico tocca i 3.300 euro al metro quadrato. Quest’anno, però, il valore è pareggiato dalnuovo in centro a Varese, cresciuto di 200 euro al metro quadrato rispetto ai dodici mesi precedenti. Un incremento che si registra anche a Busto Arsizio e Gallarate, dove i prezzi toccano una punta di 3.100 euro. A Saronno, poi, l’aumento si è fermato a 3.000 euro.

Quanto alla altre località della provincia, particolarmente apprezzate si confermano le abitazioni sul lago Maggiore, a Laveno Mombello(2.900 euro) e Maccagno con Pino e Veddasca (2.600 euro), ma anche sul Ceresio, con Lavena Ponte Tresa che tocca i 2.300 euro al metro quadro.

Nel frattempo, a livello provinciale il mercato si muove anche sul versante dell’usato abitabile e da ristrutturare: qui, la leggera discesa dei prezzi sta offrendo interessanti opportunità.

NON SOLO RILEVAZIONE DEI PREZZI: NEL VOLUME ANCHE LE NUOVE NORME

Nel volume non mancano alcuni approfondimenti sulla normativa recente in materia di transazioni immobiliari, ma anche relativa alladifesa del suolo e alla prevenzione degli incendi negli edifici. Di non minor rilievo la tabella per il calcolo delle superfici, che determinano il valore della compravendita, e la sezione dedicata agli immobili industriali e artigianali. Il tutto tenendo presente che, nell’identificazione dei prezzi, come sempre si è tenuto conto della media, scartando le quotazioni relative a particolari fattispecie di punte massime o minime.

Il volume, distribuito in migliaia di copie, è disponibile nella tradizionale versione cartacea negli sportelli di Varese, Busto Arsizio/MalpensaFiere, Saronno e Luino della Camera di Commercio. E’ inoltre consultabile online sul sito www.va.camcom.it seguendo il percorso “Tutela Impresa e Consumatori » Prezzi”.