Maroni è da medaglia Galimberti non decolla

Roberto Maroni terzo tra i governatori, Davide Galimberti ottantesimo tra i sindaci delle città capoluogo di provincia. Sono i verdetti “varesini” della consueta classifica sul gradimento degli amministratori stilata dall’Istituto demoscopico Ipr Marketing per il quotidiano Il Sole 24 Ore. In testa alla graduatoria dei primi cittadini, si è piazzata la sindaca di Torino Chiara Appendino con il 62% dei consensi. All’ultimo posto un’altra prima cittadina piemontese, la sindaca di Alessandria Rita Rossa, 104esima con un crollo del 25 per cento del consenso rispetto a quando era stata eletta cinque anni fa.

Sul podio con Maroni, accreditato di un 54 per cento dei consensi, anche i governatori Luca Zaia(Veneto), primo, ed Enrico Rossi (Toscana), secondo.

E se a Palazzo Lombardia lo staff di Maroni conferma la soddisfazione del presidente della Regione per il consenso conseguito, in municipio a Varese la prestazione di cui è stato accreditato il sindaco Galimberti non autorizza festeggiamenti, nonostante una quota di gradimento che si è attestata al 50 per cento.

«Il fatto che la metà dei varesini sostenga l’attuale Amministrazione è un fatto estremamente positivo, è stato mantenuto il consenso del ballottaggio e incrementato di molto quello del primo turno elettorale e questo non era scontato vista la situazione che abbiamo ereditato dopo anni di totale immobilismo e lo scetticismo nei confronti di un’amministrazione di centro sinistra – ha commentato il primo cittadino -. L’incisiva e concreta proposta di cambiamento contenuta nel programma amministrativo che ha portato alla vittoria della coalizione ha bisogno di un po’ di tempo. Nessuno ha la bacchetta magica e il sondaggio del Sole 24 ore è stato realizzato a novembre, dopo solo 5 mesi dal nostro insediamento».