MalpensaFiere – Così si vaccineranno i bambini

La Prealpina - 16/12/2021

vaccini destinati ai bambini sono arrivati l’altra notte a Malpensa e da oggi saranno somministrati a ragazzini dai 5 agli 11 anni all’hub di MalpensaFiere, dove ad accoglierli ci saranno clown e Babbi Natale, oltre ai pediatri invitati a rispondere a tutti i dubbi dei genitori.

DHL Express Italy ha coordinato i voli arrivati durante la notte con carichi destinati alla campagna di profilassi pediatrica. Come a Malpensa, lo stesso iter si è ripetuto anche negli aeroporti di Roma Ciampino, Napoli, Ancona, Pisa, Bologna, Brescia e Venezia. «I carichi sono stati gestiti dal nostro personale – spiega DHL Express Italy – secondo i collaudati protocolli di sicurezza in vigore, sotto il coordinamento della struttura del Commissario straordinario generale Francesco Paolo Figliuolo. Quindi, sono stati consegnati nel corso della giornata alle diverse strutture sanitarie territoriali». «Siamo orgogliosi di contribuire al successo della campagna vaccinale mettendo a disposizione del sistema sanitario la nostra esperienza e il nostro capillare network nazionale e internazionale», ha commentato Nazzarena Franco, amministratore delegato di DHL Express Italy, dal 29 dicembre scorso attiva su questo fronte.

A MalpensaFiere le prenotazioni per i bambini sono già al top. «Siamo già strapieni – rivela Marino Dell’Acqua, direttore socio sanitario dell’Asst Valle Olona, ora impegnato a Gallarate nell’organizzazione dell’hub che soppianterà MalpensaFiere da febbraio – Regione ci ha concesso 200 slot da lunedì a venerdì e altri 500 il sabato e la domenica. Abbiamo aperto dieci linee dedicate da qui al 15 gennaio, vediamo come andrà nel periodo natalizio». Le linee sono coperte da pediatri, pronti a sciogliere i dubbi dei genitori. Tutto si svolgerà nella palazzina accanto ai padiglioni, dove nelle ultime settimane si era trasferito il centro vaccinale prima di tornare a 40 linee per consentire le terze dosi. Clown e Babbi Natale renderanno di buon umore i ragazzini, per accompagnarli davanti al pediatra.

«Qui arrivano 5.200-5.300 persone al giorno – continua Dell’Acqua – Dopo il caos del 7 dicembre, con 430 accessi senza prenotazione, non abbiamo più avuto problemi di performance. La media è di 35 minuti di impegno, dall’ingresso alla porta B fino all’uscita alla porta A. Calcolando che si deve restare in attesa per 15 minuti prima di andarsene, non è male».

Asst Valle Olona sta definendo gli allestimenti di Gallarate e spera di riuscire a mantenere i tempi che ha chiesto Regione. «Sta andando molto bene il drive trought per i tamponi aperto venerdì a Gorla Maggiore, se ne fanno oltre 600 al giorno con punte anche superiori, senza grossi problemi. In auto si hanno decisamente meno problemi».