Malpensa-Roma niente più decolli

La Prealpina - 04/09/2017

Per cercare una conferma nel mondo dell’aviazione commerciale è sufficiente provare a prenotare un biglietto su internet. E la novità degli ultimi giorni è la sospensione, a partire dal prossimo 28 ottobre, del volo Malpensa-Fiumicino operato da easyJet. Malpensa, dunque, torna o non avere più un collegamento diretto con la capitale. Assurdo?

E’ proprio quello che sostennero i maggiori rappresentanti politici e imprenditoriali del territorio lo scorso inverno, quando prima la low cost britannica e poi Alitalia decisero di sospendere le operazioni tra il primo e il secondo aeroporto d’Italia.

Soprattutto l’addio della ex compagnia di bandiera fece scandalo, tanto che dopo settimane di polemiche infuocate easyJet decise di tornare sui propri passi ascoltando la voce proveniente dal territorio. Così come aveva annunciato nei mesi precedenti, avrebbe dovuto togliere il proprio volo quotidiano dal Terminal 2 lo scorso 27 marzo, ultimo giorno della stagione invernale. E invece le conseguenti mosse della concorrenza, che hanno lasciato sguarnita una tratta che su Milano soffre moltissimo del treno ad alta velocità, ma che in brughiera vanta ancora un considerevole bacino d’utenza, avevano indotto il vettore britannico a cambiare strategia, confermando la rotta per tutta la Summer 2017.

«Rivediamo costantemente la programmazione dei nostri voli per assicurare un’offerta sostenibile e allineata alle necessità dei nostri passeggeri», commentò Frances Ouseley, direttore di easyJet per l’Italia.

«Nell’attuale contesto di mercato, abbiamo voluto dare continuità al collegamento tra Malpensa e Fiumicino, offrendo una proposta completa ai viaggiatori che ogni giorno scelgono di spostarsi tra Milano e Roma».

Il Malpensa-Fiumicino però, è durato soltanto una stagione. Considerando il fatto che la low cost britannica valuta il proprio network con l’unico criterio della profittabilità della tratta, probabilmente ha fatto i suoi calcoli e constatato che il tasso di riempimento di voli non raggiunge percentuali sufficienti a mantenere il collegamento. Quell’aereo, dunque, verrà probabilmente spostato altrove, perché da undici anni easyJet continua a investire a Malpensa, dove oggi è la prima compagnia aerea per volumi di traffico, con otto milioni di passeggeri all’anno, oltre sessanta destinazioni servite, ventuno aeroplani basati e più di 800 lavoratori. Proprio in vista della prossima stagione Winter c’è già una novità ufficiale. È il diretto per Fuerteventura, una delle sette isole che compongono l’arcipelago delle Canarie, un angolo d’Europa in cui il clima regala temperature da eterna primavera. Si tratta oltretutto di un volo bisettimanale, operativo il lunedì e il venerdì dal prossimo 30 ottobre, che consente ai passeggeri anche brevissime fughe dal rigido inverno del Nord Italia. Sparisce invece il volo giornaliero su Roma. E questa volta senza speranza di ripensamenti.