Malpensa-Leopoli: si vola

 Leopoli, o Lviv che dir si voglia, è una città da oltre 700mila abitanti dell’Ucraina occidentale, a circa settanta chilometri dal confine con la Polonia. Per Malpensa si tratta dell’ennesima destinazione inedita del proprio network, una novità assoluta presentata ieri da Ernest Airlines alla Bit, la fiera del turismo in corso a Milano. Soltanto un mese fa, la giovane compagnia basata in brughiera, che porta il volto di Hemingway sulla coda dei propri aerei, aveva annunciato l’ingresso in flotta di tre macchine nel corso dell’anno, con l’arrivo di due ulteriori Airbus A320 entro l’avvio della stagione estiva (che coincide in ambito aeroportuale con il cambio dell’ora) a cui se ne aggiungerà un terzo in autunno. Ieri i vertici del vettore italo-svedese hanno finalmente svelato anche dove voleranno.

Per quanto riguarda Malpensa, viene raddoppiato il collegamento già attivo da oltre un anno su Tirana (dalla Summer 2018 diventerà un bigiornaliero) e, a conferma della vocazione ormai mirata sul turismo etnico e in particolare sull’Est Europa, Ernest comincerà a fare rotta sull’Ucraina, dove già nel 2017 aveva iniziato a operare con voli da Bergamo, Venezia e Napoli. C’è anche molta Romania (Bucarest e Iasi) nella programmazione annuale di Ernest, ma al momento non dallo scalo varesino.

Non è di casa al Terminal 1 nemmeno la grande novità della compagnia, ovvero l’apertura del volo di linea Milano Bergamo – Ibiza dal 22 giugno con tre voli settimanali (venerdì, sabato e domenica). Così come ha sottolineato il chief commercial officer Ilza Xhelo alla Bit, «è la prima apertura della nostra giovane e fiorente compagnia aerea italiana ai mercati europei e al segmento prettamente leisure. Il nostro core business è e continuerà a essere il mercato etnico da e per l’Italia, ma questo investimento dimostra la nostra flessibilità che ci porta a essere sempre pronti a rispondere alle esigenze del mercato».