Malpensa è in crescita Vola il doppio degli altri

La Prealpina -

Malpensa cresce il doppio degli altri aeroporti: «Siamo sesti in Europa e nomi nel mondo per numero di Paesi serviti direttamente». È il Chief operating officer di Sea Giulio De Metrio, a margine di un convegno sul trasporto aereo in Italia organizzato da Boeing e Sea in Assolombarda a Milano, ad annunciare un nuovo importante traguardo raggiunto dal gestore dello scalo della brughiera.

«Da noi arrivano 72 Paesi – fa notare il numero due di Sea – abbiamo una diversificazione geopolitica unica». È la consacrazione del modello di aeroporto point to point su cui la presidenza di Pietro Modiano ha puntato forte per risollevare Malpensa dopo i guasti del dehubbing Alitalia.

«Il successo di Malpensa – ha spiegato De Metrio nel suo intervento – deriva dalla capacità di servire un portafoglio diversificato di compagnie aeree», proprio perché lo scalo «non è base di una compagnia aerea prevalente». Il fatto di non essere hub è stato paradossalmente un’opportunità: «Il modello di Malpensa – spiega Giulio De Metrio – è in grado di servire compagnie low cost, in crescita, e quelle intercontinentali di alta qualità», grazie alla costruzione di «rapporti con soggetti che hanno modalità diverse di business».

E a chi gli chiede se il trend record durerà, De Metrio non solo ribadisce che il traffico passeggeri del 2018 «supererà i 24,5 milioni» – e questa non è una novità. «E’ una crescita più che doppia rispetto alla media nazionale. Significa che siamo più veloci». Ma l’11% di “segno più” nei primi 10 mesi dell’anno è destinato a crescere ulteriormente, visto che tra novembre e dicembre Sea si aspetta «una crescita ancora maggiore, probabilmente superiore al 15%». In questo quadro, il fatto che anche Linate sia tornata a registrare il segno positivo conferma la fine dello storico dualismo tra gli scali Sea che il presidente Modiano aveva proclamato all’inizio dell’anno: «Abbiamo tutti e due gli aeroporti, con missioni diverse e fuori dal dualismo tradizionale, che prendono un loro percorso molto incoraggiante per la città e il territorio» ribadisce De Metrio. Al convegno promuove in pieno Malpensa anche il presidente di Boeing Italia, Antonio De Palmas, che sottolinea «soluzioni come il 787, che fanno assolutamente al caso del mercato italiano, per esempio di aeroporti come Malpensa o dei bacini di utenza come quello del Nord Italia, riuscendo ad assicurare attraverso un aereo efficiente e di lungo raggio dei collegamenti diretti point to point verso numerose destinazioni, praticamente quasi tutte le destinazioni del mondo direttamente da Malpensa».