Luino – Un palasport sopra la piscina

La Prealpina - 28/10/2020

«La piscina del centro sportivo Le Betulle è ormai vetusta e ingestibile.
Vogliamo convertirla in un palazzetto dello sport per basket, pallavolo e adeguati spazi per altri sport multidisciplinari.
Il nuoto, per una città lacustre, è una disciplina fondamentale.
Serve una nuova piscina moderna, orientata verso l’autosufficienza dal punto di vista energetico».
Queste le parole che definivano uno dei tanti punti del programma elettorale di “Proposta per Luino”, la lista guidata dal sindaco
Enrico Bianchi, prima delle elezioni amministrative che gli hanno consegnato le chiavi di Palazzo Serbelloni.
Oggi, a distanza di oltre un mese dalla vittoria, la nuova giunta ha cominciato a mettere la testa sugli argomenti più importanti per
il futuro della città e tra questi vi è anche il palazzetto dello sport, opera che la precedente amministrazione aveva indicato come fondamentale per le associazioni sportive e per quelle legate all’organizzazione di eventi durante i dieci anni di mandato. In base a quanto spiegato dal sindaco
Enrico Bianchi, però, questa non è una priorità per il medio e lungo termine: «Stiamo analizzando la situazione anche con i proprietari
dell’ex area Visnova, ma ci siamo resi conto dai disegni progettuali, dei
tanti problemi che potrebbero sorgere con la realizzazione di una nuova struttura.
L’ingombro della volumetria e le criticità legate alla viabilità saranno oggetto di studio, ma fin da subito possiamo dire che quando sarà costruito il sottopasso di Rfi, per bypassare la linea ferroviaria, ci sarà un traffico ingente anche all’incrocio con le strade che si collegano all’ospedale, alla frazione di Voldomino e ai due supermercati». Anche l’assessore alle
opere pubbliche, Fabio Sai, sposa la linea politico-amministrativa dettata
dal primo cittadino: «La volontà della precedente amministrazione era quella di avere due centri sportivi simili, ma senza entrare nello specifico della destinazione sugli sport da praticare all’interno delle strutture. L’unica indicazione era quella di costruire un palazzetto da 600 posti.
Sicuramente il privato sarebbe disposto a realizzarlo, ma la gestione poi ricadrebbe sulle nostre spalle e sulle casse del bilancio comunale.
Dovremmo impegnare notevoli risorse su questi due impianti, mentre
forse sarebbe meglio utilizzarle in una struttura già presente». Da quanto si apprende, però, parlare di una nuova piscina all’interno del centro sportivo “Le Betulle” è ancora prematuro, ma sicuramente bisogna rinnovare quella già presente, con l’obiettivo di migliorarla anche in base agli accordi stipulati nella convenzione siglata anni fa con Sport Management, la società
che ha avuto in concessione la struttura. Anche per l’assessore allo sport,
Ivan Martinelli, che sta seguendo l’iter, sarà difficile cambiare le carte nel breve periodo. Il centro “Le Betulle” è un patrimonio di tutta la comunità, non solo quella del luinese.