Lu-Ve acquisisce l’indiana Spirotech «Operazione strategica di sviluppo»

Importante annuncio di LuVe Spa che ha annunciato l’acquisizione dell’azienda indiana Spirotech Heat Exchangers, anch’essa attiva nel campo della produzione e commercializzazione di scambiatori di calore. L’acquisizione di Spirotech consentirà all’azienda di Uboldo di avvalersi di una struttura produttiva e commerciale esistente, come piattaforma per sviluppare rapidamente la propria presenza in India e nei Paesi dell’area; ad oggi, non esistono relazioni commerciali tra Spirotech e il gruppo Lu-Ve. Con i contratti definitivi sottoscritti ieri, al closing, l’azienda varesina acquisterà il 95% del capitale sociale di Spirotech; il restante 5% rimarrà di proprietà indiana con Subramaniam Srinivasan che manterrà il ruolo di amministratore delegato. L’altro socio fondatore proseguirà la sua attività a favore della società come consulente e garantirà il pieno supporto per l’integrazione di Spirotech nel gruppo Lu-Ve, mantenendo la carica di presidente del consiglio di amministrazione. Un’operazione da 33.6 milioni, con cui l’azienda di Uboldo compie un ulteriore passo nella sua strategia di internazionalizzazione. «Abbiamo riconosciuto in Spirotech, che da anni fornisce alcuni tra i più prestigiosi marchi europei, un’azienda che condivide lo stesso spirito che anima Lu-Ve Group, la passione per l’innovazione – afferma Iginio Liberali, presidente di Lu-Ve – questa operazione ha per noi una valenza strategica. Ci consente di espandere la presenza di LuVe in India e nei paesi limitrofi, di ampliare la gamma delle nostre applicazioni e di essere più vicini al alcuni nostri clienti globali. n