Lo sport varesino sotto l’albero: l’iniziativa della Camera di Commercio

Varesenews - 04/12/2020

Dal tiro con l’arco alla mountain bike, dal trekking al twirling, dall’aliante al golf e chi più ne ha più ne metta: l’offerta delle attività sportive che si possono praticare nel Varesotto, tanto al chiuso quanto all’aria aperta, è davvero vasta e da oggi diventa anche una possibilità intelligente da mettere sotto l’albero.

L’iniziativa “A Natale regala lo sport” è stata infatti lanciata dalla Camera di Commercio sotto la regia della Varese Sport Commission: un modo per sostenere le associazioni e le imprese della nostra provincia che hanno attraversato un anno difficilissimo a causa della pandemia da Covid-19. La proposta è semplice: il sito della Sport Commission – CLICCATE QUI per il collegamento diretto – mette a disposizione la possibilità di acquistare una lunga serie di voucher da donare per Natale (o comprare per sè…) e da utilizzare nelle strutture del Varesotto. Un modo che serve anche a sostenere organizzazioni e associazioni attive sul nostro territorio, sperando che si possa presto tornare a praticare liberamente ogni sorta di attività sportiva.

Madrina della iniziativa è Filippa Lagerback, la popolare conduttrice di origini svedesi (foto in alto) che da anni vive a Varese e sostiene le idee della Sport Commission. «Attivare il fisico per calmare la mente è sempre stato un mio modo per trovare l’equilibrio nella vita – racconta Filippa – In questo momento particolare, mi sembra di buon auspicio regalarci dello sport a Natale per ricominciare a vivere».


Il catalogo delle proposte si sta facendo ogni giorno più ricco a conferma del ruolo rilevante che il settore sportivo occupa nel tessuto economico del Varesotto. Sono ben 2mila le società dilettantistiche attive in provincia con 281 realtà iscritte al Registro Imprese, solo per quelle che hanno sport, intrattenimento e divertimento come attività primaria.

«Un sistema economico che genera un indotto rilevante – spiega il presidente di Camera di Commercio, Fabio Lunghi – e che, oggi più che mai, occorre supportare per consentirne la ripresa al momento del pieno riavvio. Regalare sport a Natale vuol dire, quindi, dare una mano ai tanti operatori del settore. Un segnale di fiducia e ottimismo per rimetterci in moto nel 2021: il valore del regalo rimane tutto sul nostro territorio. Regalando sport, ne beneficia anche il commercio degli articoli dedicati alle varie discipline: attrezzature e abbigliamento, magari anche in questo caso a chilometro zero».