Lo sport di Varese riparte dal rugby

La Prealpina - 26/07/2017

Non solo un nuovo campo di rugby, per uno sport importante in città, ma un vero e proprio impianto sportivo che prevede l’allargamento del campo di gioco, la creazione di una club house, la sistemazione degli spazi esterni per favorire la socializzazione tra i cittadini e il quartiere e un nuovo parcheggio. Giubiano si rinnova, Varese cresce. Ieri è volato a Roma il sindaco Davide Galimberti per firmare la convenzione tra il Coni e i 32 enti locali che sono stati premiati nell’ambito del “Fondo Sport e Periferie”. Obiettivo: riqualificare gli impianti sportivi. «E poiché il campo di rugby è struttura che risale anni Settanta, c’era e c’è più che mai il bisogno di avere un impianto al passo con i tempi», dice il sindaco. Tra 181 progetti presentati, 32 sono stati selezionati e tra questi quello del Comune di Varese. Alla firma erano presenti il presidente dell’Associazione Rugby Varese Francesco Pierantozzi, oltre alla deputata dem varesina Maria Chiara Gadda , il ministro per lo Sport Luca Lotti, il presidente del Coni Giovanni Malagò e il presidente dell’Anci Antonio Decaro. «La firma della convezione rappresenta un momento importante per la città di Varese e per l’iter del progetto di riqualificazione della struttura sportiva di Giubiano, perché consentirà l’erogazione delle risorse e quindi l’avvio dei lavori – spiega Galimberti -. Da oggi dunque prosegue il percorso per realizzare un impianto sportivo moderno dedicato ad uno sport importante come il rugby e ringrazio il Governo e il Coni per aver dato questa possibilità ai territori e grazie alla quale potremo riqualificare e valorizzare un’area di un quartiere della nostra città».

Soddisfatto per il progetto dell’Associazione Rugby Varese che ha ottenuto il finanziamento grazie ad un bando del Con promosso dal Governo, anche l’assessore allo Sport Dino De Simone: «Con questi fondi potremo aumentare le potenzialità che Varese può esprimere attraverso lo sport, migliorando la qualità di un importante impianto cittadino». L’assessore De Simone sottolinea che nella struttura di Giubiano si pratica uno sport in costante crescita che vede il coinvolgimento di centinaia e centinaia di ragazzi da tutta la provincia».