L’Insubria sceglie il prossimo rettore

L’Università sceglie il nuovo rettore. Sono state indette ieri le elezioni del rettore dell’Università degli Studi dell’Insubria per il periodo 2018-2024, con decreto del decano del corpo accademico dell’Università degli Studi dell’Insubria, professor Antonio Toniolo.

Le votazioni si svolgeranno a luglio: la prima è fissata per lunedì 2, le eventuali seconda e terza rispettivamente per giovedì 5 e lunedì 9; giovedì 12 sì terrà, infine, l’eventuale ballottaggio tra i due candidati che nella terza votazione abbiano conseguito il maggior numero di voti. Viene eletto il candidato che consegue, nelle prime tre votazioni, la maggioranza assoluta dei voti. La votazione è valida se vi partecipa la metà più uno degli aventi diritto. Sono chiamati a votare professori, ricercatori (anche a tempo determinato), rappresentanti degli studenti negli organi di governo dell’ateneo, nei consigli di dipartimento e nella Scuola di Medicina, e tutto il personale dirigente e tecnico-amministrativo di ruolo, il cui voto è ponderato nella misura del 25% rispetto al numero dei professori e ricercatori.

Il mandato del professor Alberto Coen Porisini, attuale rettore, scadrà il prossimo 31 ottobre. Il rettore non è immediatamente rieleggibile e non può essere designato prorettore vicario nel sessennio immediatamente successivo. Possono essere eletti i professori di ruolo di prima fascia, in servizio in un ateneo italiano, che assicurino un numero di anni di servizio almeno pari alla durata del mandato prima del collocamento a riposo. I candidati alla carica di rettore devono presentare la domanda entro le 12 di lunedì 7 maggio, esprimendo l’indicazione, vincolante, del candidato alla carica di prorettore vicario e consegnando il proprio programma elettorale. Saranno costituiti due seggi, uno a Varese e uno a Como. Le informazioni riguardanti le votazioni sono pubblicate sul sito web dell’ateneo (www.uninsubria.it).