L’industria culturale varesina produce un miliardo di euro

La Prealpina - 18/07/2017

Varese è nella Top12 in Italia per il valore economico che genera nel campo della cultura. Lo sottolinea la Camera di commercio: sono 3.200 le imprese varesine che operano nel settore cultura. Una situazione molto soddisfacente che emerge dal rapporto “Io sono cultura 2017”, realizzato da Unioncamere nazionale insieme a Fondazione Symbola. In particolare, Varese occupa il dodicesimo posto per numero d’imprese attive nel sistema culturale (industrie creative, culturali in senso stretto, performing arts e arti visive, patrimonio storico-artistico, aziende creative driven). Una classifica guidata da Milano, che precede Roma. Quanto al valore aggiunto espresso dall’industria culturale varesina, si parla di 1 miliardo e 190 milioni di euro (+3,3 rispetto al 2011).

Con questa differenziazione tra i comparti: industrie creative 18% del valore aggiunto, industrie culturali vere e proprie 27%, performing arts e arti visive 7%, patrimonio storico-artistico 1,4%, aziende creative driven 46,7%. Infine, il sistema culturale provinciale dà lavoro a quasi 21 mila persone, pari al 5,9% del totale degli occupati in provincia.