Linate chiuso tre mesi Malpensa torna hub con 200 voli di Alitalia

Con la chiusura per tre mesi di Linate, Alitalia riscopre Malpensa ancora un po’ hub: nuove rotte in vista verso San Pietroburgo, Tel Aviv e Il Cairo. Saranno dunque tre mesi di “hub forzato” in brughiera per l’ex compagnia di bandiera, ad ormai undici anni dall’abbandono del progetto nato con l’apertura di Malpensa 2000.

Se da allora Alitalia, che optò per il dehubbing nell’ambito dell’operazione di salvataggio dei “Capitani coraggiosi” di Cai, è ancora all’affannosa ricerca di un “cavaliere bianco” che la faccia sopravvivere, lo scalo gestito da Sea ha invece recuperato in pieno i sette milioni e mezzo di transiti che il vettore tricolore aveva lasciato a terra con il dehubbing. Ma tra qualche mese, in concomitanza con la chiusura per tre mesi del city airport di Linate (dal 27 luglio al 26 ottobre) che sposterà qualcosa come circa 200 voli Alitalia al giorno, tra cui 9 collegamenti giornalieri per Fiumicino, a Malpensa si tornerà a respirare almeno per un po’ la vecchia aria da hub Alitalia.

Grazie ad una serie di rotte di respiro internazionale che verranno operate in brughiera dall’ex compagnia di bandiera. Il 27 luglio infatti riaprirà il Malpensa-San Pietroburgo, mentre dal 29 luglio, Alitalia aprirà anche due rotte per Tel Aviv, in Israele, e per Il Cairo, in Egitto, ciascuna con sei frequenze settimanali. Sempre nel periodo del trasloco di Linate, dal 28 luglio, ecco anche un volo settimanale per Ajaccio in Corsica (fino al 15 settembre) e per Rostock, nel Nord della Germania (fino all’8 settembre).

Nel frattempo, anche Air Italy torna ad annunciare nuove frequenze, dopo la tornata di ridimensionamenti sulle rotte intercontinentali (la sospensione dei voli per Delhi e Mumbai e il rinvio al 2020 dell’apertura su Chicago) che hanno suscitato qualche preoccupazione sulla tenuta delle ambizioni della compagnia, nata dal matrimonio tra la ex Meridiana e Qatar Airways, che ha stabilito a Malpensa il proprio hub. Per la prossima stagione estiva aumentano le frequenze sul diretto Milano-Miami e sul nuovo servizio Milano-Toronto, che verrà inaugurato il prossimo 6 maggio.

«Appena due mesi dopo aver aperto alle vendite la destinazione Toronto, grazie alla forte risposta del mercato, siamo lieti di aumentare le frequenze sulla nostra nuova rotta, da quattro a sei volte la settimana, ancor prima dell’inizio delle operazioni – annuncia Rossen Dimitrov, Chief Operating Officer di Air Italy – siamo anche molto soddisfatti dei risultati del nostro servizio Milano-Miami, inaugurato solamente lo scorso giugno, pertanto, anche su questo collegamento incrementeremo le frequenze per la prossima estate, passando da quattro a cinque voli la settimana». Per Dimitrov queste espansioni, novità per la stagione estiva, sono «la testimonianza che il nostro piano aziendale e l’offerta di prodotti sono semplicemente la risposta al notevole sostegno e al gradimento ricevuti dai nostri passeggeri».