Leonardo punta al mercato polacco

A distanza di un giorno dalla notizia della partecipazione di Leonardo per la gara da 84 unità per la U.S. Air Force attraverso una collaborazione con Boeing, è stato firmato ieri a Roma un nuovo accordo di Cooperazione in campo elicotteristico fra Leonardo e Polish Armaments Group (PGZ): una cooperazione che mette le basi per possibili future forniture di elicotteri offerti da Leonardo al Ministero della Difesa polacco. La firma dell’accordo è un ulteriore passo in avanti verso il rafforzamento di una cooperazione iniziata nel 2015 ed mirato ad identificare le aree della potenziale cooperazione industriale e commerciale per i programmi elicotteristici previsti nel Piano di Modernizzazione delle Forze Armate Polacche. «L’accordo è stato raggiunto a pochi mesi di distanza dall’annuncio della nostra collaborazione strategica con PGZ – commenta Mauro Moretti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Leonardo – attraverso questa collaborazione l’industria della difesa polacca, comprendente anche la società PZL-Świdnik controllata da Leonardo, vedrebbe garantito il più ampio coinvolgimento possibile nell’ambito dei prossimi programmi di approvvigionamento militare in campo elicotteristico e comprendente anche il trasferimento di tecnologia e la creazione di posti di lavoro altamente qualificati nel Paese. Ciò si tradurrebbe inoltre in un più elevato livello di sicurezza nazionale sostenuto da servizi più efficaci e affidabili per l’intero ciclo di vita del prodotto». La collaborazione riguarda dunque i modelli AW149, l’AW101 e W-3PL “Gluszec”. In caso di selezione dell’offerta di Leonardo da parte del Ministero della Difesa polacco nell’ambito del requisito per i nuovi elicotteri, le società comprese nel Gruppo PGZ saranno coinvolte nelle attività di manutenzione e produzione. Questo consentirebbe anche l’espansione delle competenze industriali delle aziende del Gruppo PGZ in termini di servizi o produzione di componenti e sistemi dell’elicottero scelto. «L’accordo firmato ieri rafforza le relazioni italopolacche – ha commentato Błażej Wojnicz, Presidente del Consiglio Direttivo di PGZ S.A. – e offre all’’industria della difesa polacca la prospettiva di un importante trasferimento di tecnologie e la possibilità di un sostanziale contributo per l’implementazione di programmi elicotteristici per le Forze Armate polacche. Sono convinto che questo sia il passo successivo per una cooperazione di lungo termine con reciproci vantaggi». Polish Armaments Group (PGZ) è un’azienda leader nell’industria polacca e una della maggiori nel campo degli armamenti a livello europeo. PGZ riunisce oltre 60 società che operano in diversi settori, della difesa, della cantieristica navale e delle nuove tecnologie. Grazie alle potenzialità offerte dalla tecnologia nazionale, la stretta collaborazione con gli ambienti scientifici polacchi, e il focus sui processi di ricerca e sviluppo, PGZ sta offrendo prodotti innovativi e capaci di aumentare la sicurezza