L’eccellenza tutta varesina che conquista il mondo

La Provincia Varese - 26/04/2017

Quello dell’occhialeria sul nostro territorio è un distretto di fatto che in questi anni è cresciuto ed ha acquisito importanti posizioni nei mercati di tutto il mondo. Un distretto che può vantare un’intera filiera che si è costruita nel tempo grazie alla presenza di diverse tipologie di imprese: dalle imprese meccaniche, a quelle plastiche, allo stampaggio solo per citarne alcune, che fanno tutte parte di un distretto che, secondo i dati dell’Unione industriali varesina, su base locale conta 60 imprese per più di 1800 addetti, senza calcolare la distribuzione specializzata degli ottici. Diverse tipologie di imprese e competenze dunque, racchiuse in un comparto che, per caratteristiche produttive, è secondo solamente a quello di Belluno e che al suo interno conta capacità manifatturiere e tecnologiche sempre più avanzate. Numeri che fanno del distretto dell’occhialeria varesino una vera eccellenza e che rappresenta, da solo, il 3% dei produttori nazionali del settore e circa il 4,5% dell’occupazione secondo dati Anfao e CeRST 100% Lombardia. Imprese che investono e che esportano molto: la quota di fatturato estero prodotta dal distretto varesino dell’occhialeria è infatti pari al 48,4%, contro il 35,8% del totale manifatturiero della provincia. Un settore che ha particolarità produttive e connotati strutturali particolarmente brillanti secondo una recente ricerca del CeRST, centro di ricerca dell’Università Cattaneo: innanzi tutto ha un tasso di mortalità delle imprese più basso rispetto all’intero comparto manifatturiero, ed infatti sul nostro territorio resistono e prosperano imprese veramente storiche nella tradizione dell’occhialeria, come la Mazzuchelli 1849 solo per citarne una, con sei generazioni al comando dell’azienda per quasi 170 anni di vita. Anche il tasso di sopravvivenza delle imprese a cinque anni è decisamente maggiore rispetto all’intero comparto manifatturiero. Ma un dato in particolare può spiegare bene il perché del successo di un settore che sul nostro territorio non ha smesso di crescere, tra alti e bassi dovuti all’andamento generale dell’economia mondiale: la quota di imprese innovatrici è pari a 56.1 rispetto ad una media delle imprese manifatturiere che si ferma a 45.9. E data l’importanza di questa produzione, sul nostro territorio le imprese dell’occhialeria varesina possono usufruire, in modo gratuito, anche di un supporto concreto alla loro attività attraverso uno sportello a loro dedicato. Si tratta di uno sportello operativo a supporto di tutte le imprese della filiera dell’occhialeria della provincia di Varese, che mette a disposizione incontri gratuiti, avviati nel 2016 e che proseguono anche quest’anno, promossi dalla Camera di Commercio di Varese insieme a Certottica- Istituto italiano per la certificazione dei prodotti ottici. Sulla base delle esigenze segnalate allo sportello infatti, la Camera di Commercio organizza incontri di approfondimenti di carattere tecnico-normativo fra gli operatori della filiera e resoconti al territorio, al fine di aumentare la conoscenza di questo distretto che è il secondo a livello nazionale. Le aperture dello sportello prima dell’estate sono quelle del 9 maggio e dell’11 luglio con nuovi incontri dedicati.