Le vacanze viaggiano in rete. Anche a Varese

La Prealpina - 06/05/2016

Internet ha rivoluzionato il turismo e anche nel Varesotto l’osservatorio privilegiato dei databese elettronici ha notato come le transazioni e le prenotazioni online che coinvolgono attività ricettive del territorio stiano registrando degli aumenti costanti in doppia cifra percentuale. Un autentico boom. La strada, insomma, è segnata ed è anche per questo che ieri ha destato particolare interesse l’incontro “Tourism Talk, quando l’innovazione digitale cambia il business dell’ospitalità”, organizzato da UniCredit. Nella sede varesina di via Marconi l’istituto bancario ha chiamato a raccolta gli operatori locali del settore turistico e quattro relatori per confrontarsi sui comportamenti del turista 2.0 e sulle prospettive dell’offerta turistica online. «Soprattutto per le nostre piccole e medie imprese – ha affermato Daniele Margherita, direttore di Federalberghi – il web è un’opportunità da cogliere per poter essere in contatto col mondo intero. Certo, bisogna conoscere internet, sapersi presentare bene attraverso i vari canali e soprattutto ottenere delle buone recensioni. Ciò che invece non ci piace sono le commissioni troppo alte richieste dalle agenzie di viaggio online, che arrivano a essere anche del 20-25% per camera. Per questo bisogna cercare di disintermediare il più possibile». In tal senso gli operatori hanno potuto ascoltare i consigli di autentici super esperti del settore, collegati in video, come Alessandro Inversini, membro dell’eTourism Lab, Gianluca Ignazzi (Ceo di Traipler, piattaforma web di video dedicati al viaggio, Andrea Menè (sales manager di Google) e Mirko Lalli (Ceo di Travel Appeal, attiva nella misurazione della web reputation delle imprese turistiche). «Questa iniziativa – ha dettoAntonella Ghiorso, area manager Varese di Unicredit, rappresentata anche dal vice area manager Fulvio Pedretti – si propone di offrire agli operatori locali un supporto concreto e mirato per affrontare le sfide poste dalla crescente digitalizzazione del turismo e dei processi decisionali dell’utente finale». Soprattutto se la meta di destinazione non è un Paese esotico: «Se si resta in Italia o in Europa – ha detto Alfredo Dal Ferro, presidente dell’associaizone B&B Varese – ormai si prenota quasi solo online. E’ una tendenza in tutto il mondo e quindi bisogna aggiornarsi».