Le nuove case a prova di ghiaccio

La Prealpina - 04/10/2016

Le classe in classe A o comunque quelle a basso o nullo consumo energetico (inteso sia per riscaldamento, sia per corrente elettrica) sono circa il 15% il Lombardia. Nella regione Trentino Alto Adige la stragrande maggioranza. È partendo anche da questo raffronto che è approdata a Varese, su iniziativa di CasaClima network (associazione senza fini di lucro) alla quale il Comune ha aderito, la campagna in nome delle abitazioni sostenibili, ovvero a maggiore efficienza energetica. E ieri, al debutto, la suggestiva dimostrazione che dà il nome alla rassegna: la “Sfida del cubo di ghiaccio”. Ghiaccio? Sì. È stata allestita una costruzione in legno in piazza Monte Grappa, accanto alla Torre civica, e quindi collocati in essa due cubi di ghiaccio delle dimensioni 80 centimetri per 80. Ma con una diversità: un blocco è lasciato alle intemperie, l’altro è rinchiuso in un contenitore isolante realizzato in sughero.

Dove sta la sfida? Che il cubo esposto così, a sole e acqua, con ogni probabilità si scioglierà del tutto nel giro di un paio di giorni mentre l’altro, protetto, perderà nell’arco di 13 giorni il 3 o 4% di consistenza. Questo è il principio per cui materiali isolanti, come possono essere il sughero, determinati tipo di legno ma anche prodotti sintetici, permettono di avere calde durante i mesi freddi (con minore o nullo consumo di riscaldamento) e più fresche nella stagione torrida. «È alta efficienza energetica» hanno spiegato, in piazza Monte Grappa, davanti al manufatto in legno, il presidente di CasaClima network lombardia, Giorgio Secchi, il consigliere del distretto di Varese, Alessandro Giuliani, e l’associato Alessandro Vanoni. L’allestimento è frutto, tra l’altro, di un archistar varesino, Luca Compri.

Sul posto, ad assistere alla posa dei due cubi di ghiaccio, gli assessori Dino De Simone (Tutela ambientale e Sport) e Andrea Civati (Urbanistica e Lavori pubblici). E una trentina di cittadini, spettatori di qualcosa di inedito e all’inizio difficile da comprendere: cubi di ghiaccio sotto quella struttura, perché?

I coordinatori di CasaClima (la succursale lombarda nasce dall’agenzia madre di Bolzano che ha creato appunto il progetto “CasaClima”) e i due esponenti della giunta si sono quindi spostati a Palazzo Estense per l’incontro sul tema delle abitazioni sostenibili. Oltre al Comune, i partner istituzionali della campagna di promozione sono la Camera di commercio e l’Ance (associazione costruttori).

Sono previste, fino al 15 ottobre, diversi eventi a cura dell’organizzazione di CasaClima: nel fine settimana, un pool di esperti sarà a disposizione, in piazza Monte Grappa, per illustrare le tecnologie costruttive e impiantistiche che permettono di realizzare un edificio efficiente, sostenibile. Venerdì, è in programma alla Camera di commercio, con inizio alle ore 15, un convegno dal titolo “Una scelta per l’efficienza e la competitività”, con Alessandro Vanoni moderatore dei numerosi interventi in scaletta.