Le aziende Cna sconfiggono Amazon

La Prealpina - 15/11/2018

Come nel racconto biblico di Davide e Golia: la positiva conclusione del contenzioso che ha opposto 17 imprese associate alla Cna e Amazon ricorda quelle vicende e conferma che talvolta, quando la ragione lo consente, è possibile osare e ottenere risultati positivi.

Le imprese in questione, provenienti da tutta Italia e supportate da Cna, avevano fatto ricorso urgente al Tribunale contro Amazon perchè veniva messo in vendita sul suo portale gli F-Gas (cioè gas refrigeranti) senza il possesso dei requisiti di legge – in particolare, la certificazione f-gas – richiesta in Italia a tutti coloro che utilizzano o mettono in vendita queste sostanze.

La controversia non ha però avuto bisogno del pronunciamento del Giudice perché tra Amazon e le imprese ricorrenti è stato sottoscritto un accordo.

Amazon, in seguito all’azione legale avviata dagli impiantisti, supportati dall’ufficio legale Cna ha infatti rimosso spontaneamente qualsiasi vendita di f-gas dal proprio portale ed ha attivato un canale di comunicazione diretto con Cna utilizzabile per la segnalazione da parte dell’associazione di eventuali altre offerte dei prodotti in questione, dichiarando inoltre che «tutti i venditori presenti sul sito devono seguire le linee guida di vendita di Amazon e le regole vigenti nel Paese in cui operano. Coloro che non lo fanno saranno soggetti ad azioni che includono la potenziale chiusura del loro account».

«Gli esiti del ricorso costituiscono un pieno successo politico dell’azione della Cna – ha commentato Luca Mambretti, Presidente di Cna Varese – a tutela dei legittimi interessi della categoria che sono stati materialmente difesi dalla costituzione in giudizio delle 17 imprese asociate».