Lavoro sociale nel caseificio mobilePremiata una cooperativa lavenese

La Prealpina - 01/05/2016

C’è anche il progetto del “Caseificio Solidale” mobile, proposto dalla cooperativa sociale “Solidarietà 90” (foto), fra i vincitori del bando “Occupiamoci”, grazie al quale nove imprese sociali in tutta Italia favoriranno l’inserimento lavorativo di 35 giovani tra i 16 e i 29 anni, insegnando loro una professione. La struttura lavenese potrà acquistare la struttura e insegnerà ai ragazzi disabili a produrre yogurt e formaggio di capra biologici. Il progetto ha ricevuto un contributo di 65.000 euro. La seconda edizione del bando nazionale è promossa da quattro Fondazioni private e da un’associazione di manager che hanno fatto fronte comune e messo a disposizione competenze e risorse, stanziando complessivamente 600.000 euro. L’annuncio dei progetti vincitori avviene a ridosso del 1 maggio, festa dei lavoratori da parte di Fondazione Mission Bambini, Fondazione Canali Onlus, Fondazione San Zeno, UniCredit Foundation e Manageritalia Milano – Gruppo Volontariato Professionale. Si va dal caseificio varesino al food truck di cibo etnico a Verona. Dal laboratorio di gelato artigianale con punto vendita sulla passeggiata Genova-Nervi a quello per la produzione di piadine e altri preparati per pasta e pizza a Forlì. In tutto, nove “social business” selezionati tra oltre 200 richieste pervenute. Attività imprenditoriali nuove o da potenziare, ideate e gestite da organizzazioni del privato sociale (associazioni, cooperative) e quindi senza scopo di lucro, per operare principalmente in settori strategici per il nostro Paese, come enogastronomia e turismo.