Laveno Sul lago il capolinea dei treni

La Prealpina - 01/09/2017

I treni della linea Milano-Gallarate-Laveno da settembre faranno capolinea in riva al lago Maggiore. Questo era stato detto o almeno questa era la soluzione allo studio di Regione Lombardia. Certo, sarebbe stato meglio che questo fosse avvenuto già da giugno quando si era interrotto il collegamento ferroviario. In questi mesi, a Laveno Mombello si è lavorato per riadattare la bretella di collegamento fra le due reti ferroviarie, oltre che sulla Laveno-Luino; gli interventi, stando ai tecnici, stanno rispettando i tempi previsti e salvo inconvenienti dovrebbero concludersi, almeno per permettere il ripristino dei collegamenti ferroviari, entro il 9 dicembre. Data questa in cui è prevista la ripresa dei collegamenti della linea internazionale che scendendo da Bellinzona, proprio a Laveno Mombello – stazione di smistamento – vedrà da una parte il traffico ferroviario dirigersi verso Novara e Genova e dall’altro ramo verso Gallarate e Milano. La stazione di Laveno ormai da un anno vede il rifacimento totale della rete con la posa di nuovi binari al fine di permettere la sosta e lo smistamento dei treni sulle due direttrici. Se i tempi verranno dunque rispettati, a dicembre cesserà il pesante disagio per i lavoratori pendolari e gli studenti dell’alto Verbano diretti verso Varese e Milano. Attualmente, come noto, la tratta diretta e proveniente da Nord è garantita con un servizio autobus. Tratta che dal 12 agosto comunque non deve più affrontare i tempi semaforici del senso unico alternato derivante dall’interruzione all’ingresso di Laveno (cantiere peraltro non ancora concluso). I treni in questi mesi fermano e ripartono proprio da Laveno. Ed è proprio su quest’ultimo aspetto che a fine luglio si è parlato di una importante novità. La Regione Lombardia ha chiesto a Rfi e Ferrovie Nord (che sono i gestori dell’infrastruttura) la possibilità di creare il capolinea nella stazione di Laveno Lago. È una possibilità più che mai interessante: la stazione Ferrovie Nord è molto più centrale nella cittadina lacustre, si trova di fronte all’imbarcadero di traghetti e battelli e al trasporto su gomma, ed è anche in condizioni estetiche migliori di quella Fs che presenta uno scenario poco piacevole con i ruderi della ex Ceramica Ponte. A questo scopo sono in via di ultimazione i lavori che hanno portato, oltre agli scambi verso la stazione di Rfi, alla bretella rotabile di collegamento fra le due reti ferroviarie. Un binario che per decenni è stato usato come collegamento solo merci, salvo qualche treno speciale o storico. Il collegamento, visti i lavori di Rfi, sarebbe quindi ormai pronto: potrebbe entrare in funzione già dai prossimi giorni. L’unico aspetto negativo è che mancano solo due mesi alla prevista riattivazione della ferrovia verso Nord, che faciliterebbe comunque gli studenti e lavoratori che da Luino sono diretti a Varese.