Lago di Varese – Primi tuffi in grande stile Subito una traversata

La Prealpina - 16/06/2022

ltro che un semplice tuffo, il primo bagno nel lago di Varese sarà in grande stile. Sabato 2 luglio, giorno in cui prenderà il via la balneazione sperimentale del lago di Varese, coinciderà infatti con la prima gara di nuoto libera della storia del bacino. Si tratta di una gara importante, “marchiata” Italian Open Water Tour, e ribattezzata “The swim of history!”. Una traversata organizzata proprio tra le due spiagge neobalneabili – il lido di Bodio e la Schiranna – per festeggiare il primo e irripetibile miglio marino in linea da sponda a sponda, e la staffetta del mezzo miglio per tre nuotatori, con cambio all’australiana fuori dall’acqua.

 

Si tratta di gare di nuoto non competitive in acque libere con registrazione dei tempi e ratifica delle classifiche. Nello specifico, la Smile Swim è lunga 1.850 metri; la Relay Swim è invece una staffetta lunga mezzo miglio marino, quindi 925 metri, suddivisa tra tre atleti.

 

Le sfide – come spiega l’assessore all’ambiente e clima di Regione Lombardia Raffaele Cattaneo – saranno organizzate nell’ambito una giornata dedicata al risanamento del lago di Varese».

 

Sarà una manifestazione ricca di eventi e iniziative, tutte tese alla valorizzazione del lago, alla partecipazione dei cittadini e delle famiglie. Presto sarà presentato il programma ufficiale in cui saranno illustrati tutti gli eventi per la cui realizzazione stanno collaborando Comuni e associazioni del territorio.

Per ora, quello che sappiamo è che alle 9 sarà possibile ritirare i sacchi gara e che alle 10.40 partirà una navetta dalla Schiranna diretta al lido di Bodio Lomnago. Alle 11.15 sarà la volta di un briefing per gli atleti della Smile Swim, gara che partirà alle 11.30. Alle 13.30, invece, sarà il turno del briefing degli atleti della Relay Swim, che inizieranno a nuotare alle 13.45.

 

«L’avvio della balneazione – rimarca Cattaneo – coinciderà anche con l’incontro pubblico annuale di presentazione dei lavori svolti dall’Aqst (l’accordo quadro di sviluppo territoriale per il risanamento, ndr) e con tanti altri eventi dedicati al nostro lago, all’ambiente, all’ecosistema che lo circonda, per diffondere la consapevolezza dei cittadini sull’importanza di questo luogo. Tutte le attività confermano la serietà del lavoro che Regione Lombardia e l’Aqst hanno portato avanti in questi anni – conclude l’assessore – e che hanno permesso di raggiungere un risultato concreto, il risanamento del lago, che sarà così valorizzato ulteriormente in un’ottica di sviluppo sostenibile».

 

Italian Open Water Tour si pone l’obiettivo di creare un circuito di nuoto in acque libere, su scala nazionale, innovativo e unico, che coniughi lo sport ad alto livello con quello amatoriale su uno standard organizzativo costante che preveda anche manifestazioni. Lo scorso anno il tour ha toccato, nella provincia, Monate e Maccagno. Vedere anche il lago di Varese insieme a queste località balneabili per eccellenza fa un certo effetto, ma è realtà. E chissà che anche la Schiranna, come Monate, ogni sera, inizi ad essere frequentata da nuotatori che, con la loro boa galleggiante, si sfidano nelle traversate del lago.

 

Per iscriversi alla gara del 2 luglio: www.italianopenwatertour.com. Attenzione: verranno ammessi solo i primi 200 partecipanti. Il sito definisce la gara «un’occasione unica, forse irripetibile»: speriamo che non sia davvero così.