Lago di Varese – Altri quattro milioni dalla Regione. «Lago balneabile in tre anni»

La Prealpina - 18/12/2020

Altri 4 milioni di euro, messi a bilancio dalla Regione Lombardia, per il risanamento delle acque del lago di Varese che vanno ad aggiungersi 5,5 milioni già stanziati. «L’obiettivo è renderlo balneabile entro il 2023 e far sì che diventi un asset strategico di sviluppo territoriale» afferma soddisfatto il consigliere regionale della Lega, Emanuele Monti, primo firmatario di un ordine del giorno allegato al Bilancio di previsione, approvato dal consiglio di Palazzo Pirelli, che ha stanziato importanti risorse per il miglioramento della qualità delle acque del bacino lacustre.

«Il provvedimento – continua – è figlio di un percorso istituzionale che dura da qualche anno. Nel 2018, infatti, la Regione ha deliberato l’istituzione di un Accordo quadro di sviluppo territoriale per il risanamento del Lago di Varese proprio per mettere al tavolo tutti gli attori istituzionali del territorio e far da capofila per un progetto di risanamento delle acque e di rilancio dell’area lacustre. Quest’iniziativa fu supportata anche da un mio ordine del giorno al bilancio dello stesso anno».

Il consigliere passa in rassegna agli elementi di maggiore criticità fra cui spicca il malfunzionamento del sistema fognario, soprattutto a seguito di forti precipitazioni. Sistema che ha portato a un carico esterno veicolato troppo elevato. Poi spiega come verrà suddiviso il nuovo finanziamento: «Poiché è stata ravvisata la necessità di garantire una continuità di intervento per rendere fruibile alla balneazione il bacino idrico e offrire standard ambientali adeguati, la Regione metterà a disposizione 3 milioni di euro nel 2022 e un milione l’anno successivo, a valere sul proprio bilancio. Siamo sulla strada giusta e i dati rilevati dall’Accordo quadro di sviluppo territoriale fanno ben sperare in una soluzione definitiva del problema. Occorre completare il percorso. Passo dopo passo sto sostenendo fattivamente la realizzazione del progetto riguardante il rilancio del lago».

«Dalla sinergia tra il lavoro della giunta e del consiglio regionale viene confermato l’impegno per il risanamento del lago che sta diventando realtà grazie all’attività dell’accordo quadro – dichiara Raffaele Cattaneo, assessore all’ambiente e al clima che presiede Aqst -. Il nuovo stanziamento, che permette di proseguire ancora più speditamente nella riqualificazione del lago, assicura il finanziamento di interventi, già delineati e condivisi come la sistemazione della rete fognaria, il recupero e la valorizzazione delle sponde, le attività di monitoraggio e di disinquinamento».