La “Varese olimpica” stuzzica la Camera di Commercio

Varesenews - 13/05/2022

Un grande evento che il Varesotto potrà e dovrà sfruttare al meglio: le Olimpiadi Invernali 2026, assegnate sull’asse Milano-Cortina, toccheranno certamente anche la provincia dei sette laghi, che non sarà sede di gara ma che parteciperà al grande evento a Cinque Cerchi con il proprio sistema economico.


Una opportunità che la Camera di Commercio ha già iniziato a cavalcare, come spiega il presidente Fabio Lunghi, nei minuti immediatamente successivi all’annuncio della votazione favorevole alla candidatura italiana. «C’è tutto per essere felici: una votazione positiva ma anche un lavoro di candidatura ben fatto, che premia anche il sistema politico e sociale del nostro Paese. Il nostro territorio, così vicino a Milano, ha ora la grande possibilità di ricadute positive».

Lunghi rivela che il lavoro di avvicinamento è già abbozzato: «È vero: come Camera di Commercio e Varese Sport Commission abbiamo già aperto i canali di contatto con alcune Federazioni: proveremo a portare qui in provincia squadre e atleti anche nei periodi precedenti ai Giochi. Una strada lunga e complicata ma che, appunto, è già stata intrapresa anche se siamo solo agli inizi. Del resto era un lavoro complicato anche ai tempi dell’Expo, ma allora riuscimmo a portare qui la delegazione tedesca, per fare un esempio».


A coordinare tutte le attività che faranno capo alla Camera di Commercio ci sarà la Varese Sport Commission: «Sarà il soggetto trainante, il catalizzatore, di tutto ciò che riguarderà le Olimpiadi 2026. È un progetto attivo da qualche anno, sta funzionando e lavora proprio per favorire l’accoglienza turistica legata agli eventi sportivi. Ci sarà tanto lavoro da fare, ma vogliamo farci trovare pronti»