La Tre Valli dev’essere una festa per tutti

La Prealpina - 02/10/2017

Il conto alla rovescia riguardante la Tre Valli
Varesine è giunto al termine. Domani la coprsa
professionistica organizzata dalla Società
Ciclistica Alfredo Binda andrà in scena
per la 97esima volta, da Saronno a Varese
attraverso 192 chilometri. L’atmosfera
del grande ciclismo s’inizierà a respirare
oggi a Villa Gianetti di Saronno, dove sono
previste le operazioni preliminari e di accredito.
Dalle ore 14 sarà attiva la segreteria
biancorossa, dalle 15 alle 16.45 i direttori
sportivi dei team in gara dovranno confermare
i nominativi dei loro atleti e alle ore 17
ci sarà la riunione tecnica tra gli organizzatori
e i responsabili delle squadre.
Il presidente Renzo Oldani ha poi estratto
dal suo cappello a cilindro un’ulteriore novità
per questa terza prova del Trittico Regione
Lombardia: alle ore 17.30, sempre a
Villa Gianetti, si terrà una conferenza stampa
con protagonisti gli organizzatori della
Binda ma soprattutto alcuni corridori attesi
prim’attori alla Tre Valli, come Giovanni Visconti,
vincitore del Giro dell’Emilia, e Sonny
Colbreli, primo classificato a Varese lo
scorso anno, oltre a Rafal Majka, Diego
Ulissi e Danilo Celano.
La corsa biancorossa è sempre più vicina
ai grandi eventi del ciclismo internazionale,
anche grazie a questi momenti collaterali e
per l’entusiasmo che riesce a trasmettere
agli appassionati. Vedi il caso degli sportivi
di Calcinate degli Orrigoni che stanno
completando nel campo sportivo del loro
quartiere una scritta a caratteri cubitali per
salutare la gara valida anche come prova
della Ciclismo Cup.
Gli alberghi che ospitano le squadre partecipanti,
quest’anno concentrati particolarmente
nelle zone di Saronno, Varese e Cittiglio,
oggi saranno popolati da tutti i protagonisti
che si riuniranno poi domani mattina,
dalle ore 9.30 alle ore 11.45, in piazza
Libertà a Saronno per la presentazione delle
squadre in vista della partenza fissata da
via 1 Maggio, a Saronno, alle ore 12.
«Siamo reduci da due giornate organizzative
impegnative che ci hanno regalato
emozioni e soddisfazioni – afferma Oldani
riferendosi alle prove della Gran Fondo di
sabato e domenica -. Ora la gara per professionisti
è la ciliegina sulla torta del nostro
grande lavoro. Invito gli sportivi a starci
vicini per aiutarci a rendere tutti partecipi
per quella che dev’essere una festa per il
Varesotto». E allora la festa può iniziare.
S