La seconda ondata di vaccini a Malpensafiere: “Abbiamo riportato la capacità a 3600”

Varesenews - 24/08/2021

Qualche coda lunedì all’hub vaccinale di Malpensafiere per la nuova ondata di prime dosi che si è sommata alle seconde dosi ancora da completare. Dell’Acqua: “Buon segno per l’autunno”

Vaccinare il più possibile è la parola d’ordine dell’Asst Valle Olona che oggi, lunedì, ha aumentato la capacità di inoculazione del siero anti-covid a 3600 dosi in una sola giornata: «In molti stanno decidendo di vaccinarsi dopo aver tentennato un po’ e noi abbiamo aumentato la capacità per questa settimana al massimo. Insieme a loro, però, ci sono anche molti cittadini che stanno facendo la seconda dose e questo può creare qualche momento di stallo, soprattutto al mattino» – ha spiegato il direttore socio-sanitario Marino Dell’Acqua in risposta ad alcune segnalazioni di code all’hub di Malpensafiere.

Sono giunte in redazione, infatti, alcune segnalazioni di code, ritardi (anche di oltre 40 minuti rispetto all’appuntamento) e assembramenti nella giornata di oggi ma c’è anche un altro fattore a determinare l’intoppo che si è creato e cioè il fatto che l’hub non ha più a disposizione uno dei due padiglioni nel quale si metteva a sedere, distanziate, molte più persone: «Come avevamo annunciato nelle settimane scorse c’è stata anche questa riduzione degli spazi disponibili che, però, stiamo cercando di gestire senza diminuire le dosi somministrate» – prosegue Dell’Acqua che però rassicura sul fatto che già da martedì non si dovrebbero verificare disguidi.

In conclusione, comunque, il direttore socio-sanitario non può che essere contento di questo aumento dei numeri: «La scorsa settimana non facevamo più di 1000 dosi al giorno. Avevamo paura che la campagna non riprendesse più fiato e invece in moltissimi, di ritorno dalle vacanze, hanno maturato la decisione di vaccinarsi. Sicuramente un ruolo lo sta avendo il green pass ma anche la consapevolezza che nuove chiusure in autunno sarebbero davvero una sciagura. A questo ritmo concluderemo tutte le prime dosi entro la prima metà di settembre, poi ci saranno solo le seconde da completare».