La santona Amma abbraccia anche il sindaco

La Prealpina - 15/11/2017

Ventotto anni di passaggio in Italia le hanno fatto scegliere solo e unicamente Busto Arsizio. La tappa di Malpensa Fiere è infatti l’unica che Mata Amritanandamayi, più nota con il nome di Amma, e il suo seguito di adepti fissano nel Bel Paese durante i giri del mondo che compiono a cadenza annuale. La sua predilezione per i padiglioni immersi nella brughiera e la vicinanza all’aeroporto non poteva che valere un sincero ringraziamento da parte dell’amministrazione comunale e infatti, come l’anno scorso, anche stavolta il sindaco Emanuele Antonelli e l’assessore al marketing territoriale Paola Magugliani sono stati portati al cospetto della “mahatma”, la grande anima, come vuole la tradizione induista. Prima l’hanno cinta con una ghirlanda di fiori messa al collo, poi le hanno consegnato un libro che ha per titolo “La polvere dei suoi piedi” e che contiene la storia della sua vita. Senza dimenticare il darshan, o cerimonia dell’abbraccio per cui gli adepti accorrono in gran numero da ogni dove, anche dall’estero. Infine, il sindaco ha tenuto un breve discorso di ringraziamento «Nella certezza che il tuo abbraccio fisico e spirituale, Amma, che emoziona ogni volta e consola, abbattendo pregiudizi e barriere, mi infonderà maggiore coraggio e impegno per la mia attività istituzionale».

Insieme a lui e all’assessore, Amma ha incontrato ieri sera anche il maestro Rinaldi. Il momento tanto atteso dalla platea numerosa, che occupava ogni posto disponibile, è poi proseguito con la cerimonia del pada-puja, una sorta di prostrazione “ai piedi del maestro”. Con oggi si chiude la tre giorni italiana e Amma sarà pronta per volare in Inghilterra.