La provincia di Varese ha i sogni e le ali per realizzarli

La Provincia Varese - 28/10/2016

Ingegneri “quadrati” e “schematici”? Tutt’altro, quella dell’ingegnere è la professione di chi mette le conoscenze tecniche e scientifiche al servizio dei sogni, realizzando anche i più grandi, come quello di volare. Per evidenziare l’importante contributo dato dall’ingegneria al mondo del volo, e per valorizzare il settore aerospaziale varesino, l’ordine degli Ingegneri di Varese ha organizzato «Varese in Volo», convegno che si svolgerà domani, dalle 14.30 in avanti, in un hangar del Volo a Vela Adele Orsi di Calcinate del Pesce, quindi in un contesto pittoresco, a due passi dal lago. Obiettivo dell’evento è far conoscere meglio la professione dell’ingegnere che, da Leonardo da Vinci in poi, ha portato l’uomo a realizzare il sogno di volare, fino a raggiungere pianeti e comete. Da qui la prestigiosa presenza di Amalia Ercoli Finzi, la «Signora delle Comete», che interverrà Un velivolo Siai Marchetti alle 18.10 sul tema «l’avventura dello spazio». Nata a Gallarate, Amalia Finzi è una delle massime esperte internazionali in ingegneria aerospaziale, consulente scientifico della Nasa, dell’Asi e dell’Esa; è stata anche definita la “mamma” di Rosetta, la missione lanciata dall’Esa con l’obiettivo di studiare una cometa. Il convegno – che sarà moderato dal segretario dell’ordine Pietro Gervasini – si aprirà alle 15 con il saluto del presidente dell’ordine varesino, Roberta Besozzi, alla quale seguirà l’intervento del giornalista Gianni Spartà, autore del libro «Vivere La provincia di Varese ha i sogni e le ali per realizzarli d’aria». Valerio Cioffi, responsabile ingegneria di Leonardo Velivoli e Luca Medici, capo della ricerca e della tecnologia di Leonardo Elicotteri, tra le 15.40 e le 16.40, avranno il compito di raccontare passato e presente delle “ali fisse” e delle “ali rotanti”. Mentre Claudia Mona, vice presidente di Secondo Mona, azienda che opera dal 1913 nella riparazione e costruzione dei primi motori aereonautici, successivamente ripercorrerà un secolo di industria aeronautica. Si spazia dal biplano di Gianni Caproni decollato dai prati di Cascina Malpensa nel 1910, agli investimenti per 487 milioni di euro che il nostro territorio potrebbe attrarre oggi per la produzione del nuovo elicottero da ricognizione e scorta Leonardo Finmeccanica, passando per i nomi che hanno scritto la storia dell’aviazione come Secondo Mona, Siai-Marchetti, Augusta, Aermacchi. Passato e futuro a confronto nell’ambito del Volo a Vela saranno al centro dell’intervento delle 17.10 di Margherita Acquaderni, presidente dell’aeroclub Adele Orsi (Acao). Lo scenario del cluster aerospaziale lombardo sarà approfondito alle 17.40 da Angelo Vallerani, presidente Lombardia Aerospace Cluster. L’intervento della scienziata Finzi chiuderà i lavori e sarà seguito da un aperitivo. Quello di Varese è il primo appuntamento di un percorso che vedrà l’ordine degli Ingegneri di Caserta e quello di Brindisi, partner dell’iniziativa, organizzare eventi nei propri territori. L’accesso all’incontro è gratuito. Per ragioni organizzative, segnalare la propria presenza a: associazione@ordineingegneri.varese.it