La giunta investe sulla mobilità dolce

Il Comune di Varese parteciperà al bando del Ministero dell’Ambiente “Programma sperimentale nazionale di mobilità sostenibile casa-scuola e casa-lavoro” e lo farà insieme ai comuni di Azzate, Comerio, Induno Olona e Malnate (con Varese capofila). Lo ha deciso ieri sera la giunta. Il progetto prevede una serie di iniziative strutturali di mobilità sostenibile per favorire gli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro con mezzi di trasporto sostenibili e la riduzione delle emissioni di gas serra derivanti dal settore dei trasporti. Il costo totale del progetto che verrà presentato è di oltre un milione e 400mila euro di cui, in caso di vittoria del bando, il 60 per cento sarà finanziato dal Ministero dell’Ambiente. «Prosegue, dopo l’ottenimento del finanziamento per il progetto stazioni, il lavoro del Comune per la ricerca di risorse straordinarie per la nostra città in modo da poter mettere in pratica interventi concreti nell’interesse di Varese – dichiara Dino De Simone, assessore all’Ambiente del Comune di Varese – Gli interventi che abbiamo inserito nel progetto sono sia infrastrutturali, ma anche di sensibilizzazione ed educazione come ad esempio lo sviluppo del Pedibus per andare a scuola. Una intera parte poi riguarda la sensibilizzazione delle aziende per favorire l’utilizzo dei mezzi pubblici in alternativa all’auto privata. A Varese puntiamo sul rilancio del bike sharing anche grazie all’acquisto di biciclette a pedalata assistita»