La Comunità Montana trova una nuova casa nella bella Luino

La Provincia Varese - 25/07/2017

SSono in corso a Luino le operazioni di trasferimento della sede operativa della Comunità Montana Valli del Verbano dall’attuale ubicazione, che si trova in via Provinciale a Cassano Valcuvia, a quella futura situata in località Voldomino a Luino, in via Asmara, nel palazzo che un tempo ospitava il tribunale presente in città. Da ieri, proprio a causa dei lavori di trasloco, non sono completamente garantiti i servizi erogati dalla Comunità Montana; nel periodo compreso tra questo venerdì e venerdì 4 agosto, data in cui l’ente montano prevede di completare le operazioni di trasferimento, gli uffici resteranno chiusi al pubblico. Nello stesso periodo, lo Sportello Unico associato per le attività produttive garantirà regolarmente il proprio servizio presso la sede di piazza Marconi a Cuveglio. Lo spostamento di sede della Comunità Montana avrà un costo totale di circa 140 mila euro, che sarà sostenuto anche grazie ad avanzi di amministrazione; la nuova ubicazione sarà dunque lo stabile che a Luino ospita gli uffici del giudice di pace e che un tempo dava “casa” anche alla pretura; inaugurato nel 2007, l’edificio si trova in perfette condizioni. L’attuale sede di Cassano Valcuvia non è di proprietà della Comunità Montana che per questo pagava un affitto di circa 70 mila euro l’anno. L’ente montana a Luino avrà in realtà due sedi; oltre a quella nuove nella ex pretura, anche Villa Walty, vecchia sede di Comunità Montana che ne rimarrà proprietaria. Un immobile storico e di pregio che finora ha ospitato gli archivi di Cm e che verrà utilizzato ancora a supporto delle attività istituzionali dell’ente, dopo un intervento di manutenzione dell’edificio. La scelta di optare per il trasferimento della sede della Comunità Montana Valli del Verbano nel palazzo della ex pretura è stata da sempre una soluzione caldeggiata dall’amministrazione comunale di Luino, a partire direttamente dal primo cittadino Andrea Pellicini. Amministrazione comunale che ha concesso gli spazi dell’ex tribunale in comodato d’uso gratuito alla Comunità Montana, che potrà continuare a offrire i propri servizi in un luogo di pregio.