La BTicino gira un thriller Giorgio Pasotti è il protagonista

La Provincia Varese - 15/12/2016

Cambia il modo di fare impresa e con esso inevitabilmente anche le modalità di pubblicizzazione dei prodotti. Trovare nuovi linguaggi comunicativi è la sfida che BTicino, azienda varesina leader nel settore delle apparecchiature elettriche, sta portando avanti. Ieri mattina, a Milano, BTicino ha lanciato “Il Mistero Sottile”, una serie thriller interpretata dall’attore Giorgio Pasotti, che segna l’esordio dell’azienda nella fiction narrativa, dove protagonista, insieme agli attori, sono i prodotti griffati BTicino, a partire dal nuovo videocitofono connesso. Il debutto “Il Mistero Sottile” debutterà martedì 20 dicembre per un totale di sei puntate che saranno trasmesse sulla pagina Facebook dell’azienda, che conta circa 300 mila seguaci, per sei settimane consecutive; ogni episodio avrà una durata di tre minuti circa, un format che rende “Il Mistero Sottile”, che parteciperà a vari concorsi italiani e internazionali, anche in versione cortometraggio. Un prodotto che rappresenta una novità assoluta nel panorama della comunicazione aziendale; un altro obiettivo è far interagire il pubblico con la Una nuova frontiera quella che l’industria con sede a Varese sta iniziando a percorrere per promuoversi Una scena della serie trasmessa ieri in anteprima storia, attraverso anche Instagram e il sito www.ilmisterosottile.it dove si potrà partecipare a un concorso a premi con in palio prodotti BTicino. La narrazione si muove nei canoni del genere thriller, con Giorgio Pasotti chiamato a fare luce sul mistero; propria la luce si rivelerà uno dei personaggi centrali della serie, tanto quanto lo è nelle soluzioni domestiche e tecnologiche proposte da BTicino; soluzioni che interagiranno con gli attori nel facilitare lo scioglimento del mistero. «È la prima volta che la nostra azienda si presenta come editore cinematografico – ha detto Luigi Caricato, direttore della Comunicazione di BTicino – ma è nel Dna del nostro brand cercare anche nella comunicazione di superare la concorrenza, dando ai clienti e ai consumatori contenuti di valore; in questo film, i prodotti BTicino sono gli attori non protagonisti». Nell’anteprima proiettata ieri a Milano, si nota come Pasotti utilizzi durante la narrazione diversi prodotti dell’azienda varesina, dalle luci, alle tapparelle connesse, al videocitofono; il termine “sottile” fa riferimento non a caso ai prodotti della linea Air di BTicino i più sottili applicati nel settore civile. «Un film di qualità» «Diverse volte mi hanno offerto di legare la mia immagine a un brand ma ho sempre guardato a questo con paura e distacco vista la qualità di certe pubblicità – ha affermato Pasotti – in questo cortometraggio faccio il mio mestiere e peraltro è il primo thriller della mia carriera; non è la classica pubblicità ma un film di qualità a tutti gli effetti». La regia è di Nicola Martini, mentre il progetto è stato ideato da Social Content Factory, parte di The Story Group. «L’azienda ha nel suo Dna l’innovazione, come testimonia il recente lancio della linea di prodotti dedicati all’Iot e trasferisce questa energia non solo nei prodotti ma anche nelle strategie di marketing e comunicazione – ha sottolineato Franco Villani, amministratore delegato di BTicino – “Il Mistero Sottile” per noi rappresenta un esempio virtuoso di connubio tra narrazione e branding». L’azienda varesina non ha intenzione di fermarsi qui. «Stiamo lavorando per cercare i linguaggi di domani; senza il brand non si fa sviluppo economico» ha chiosato Caricato. n