Kustom Road regala una stanza bikers a Pediatria

La Prealpina - 27/07/2017

Un lungo percorso di solidarietà quello del Kustom road 2017, partito in marzo terminerà domenica 30 luglio con la consegna di quanto raccolto attraverso gli amici del Moto club SS33 Sempione. La rassegna primaverile dedicata al mondo delle moto custom e delle auto americane d’epoca, svoltasi a Malpensafiere con patrocinio comunale, permette di esprimere ancora una volta la generosità dei bustesi.

Sono quattro i progetti che beneficiano dei soldi raccolti: l’Associazione Le Stelle di Lorenzo onlus, la società cooperativa Piccolo Principe, i lavoratori socialmente utili del Distretto Urbano del Commercio e il reparto di Pediatria dell’Ospedale di Busto Arsizio. In quest’ultimo, domenica, comparirà una stanza bikers: i motociclisti la inaugureranno alla presenza del primario Simonetta Cherubini e del vicesindaco e assessore allo Sport Stefano Ferrario.

Il rombo dei motori ha accompagnato i sogni di quattro bambini che hanno chiesto di vedere esauditi i loro desideri: volevano conoscere Fedez e J-ax e sono stati accompagnati al concerto che si è svolto a Legnano ai primi di luglio.

«Grazie alla collaborazione di Marco Marazzini, organizzatore del Rugby sound – spiega Raffaele De Nicola, presidente dei “sempioners” – ci si è attivati per rendere il 7 luglio una giornata indimenticabile per i piccoli segnalati dall’associazione Stelle di Lorenzo: accolti nella club house da auto americane (grazie a Massimo Ortodossi e Daytona Garage) e da tutte le moto dei soci del club, vestiti con un gilet realizzato ad hoc per l’evento in stile bikers, i bambini e i loro familiari sono saliti a bordo delle auto e sono stati scortati fino al castello di Legnano». Il team si occupa di ragazzini sottoposti a cure mediche prolungate. «È stato bello vedere tanto impegno – commenta il presidente Dario Tunesi – è stata un’esperienza bellissima per tutti, questo evento ha lasciato nei nostri cuori tanta gioia e speranza, vedere i sorrisi dei nostri bambini e sapere di aver dato il massimo per riuscire a fare quello che loro desiderano ci aiuta a proseguire nel cammino». Ora si guarda avanti, con nuovi progetti personalizzati.

Un’altra parte dei fondi è stata destinata all’acquisto di tutti gli elettrodomestici necessari alla Casa sull’albero, nuova realtà della cooperativa Piccolo Principe che sarà pronta a inizio 2018. «Noi – dichiara la presidente Patrizia Corbo – abbiamo sentito i soci del club al nostro fianco. L’aiuto che sempre puntuale e generoso arriva è l’approdo di un’amicizia consolidata, di una condivisione che affonda le radici in una storia comune che parla di etica della responsabilità». Terzo progetto sostenuto quello dedicato a una decina di lavoratori socialmente utili, selezionati dal Distretto urbano del commercio: «È un piacere ringraziarvi a nome di tutti i lavoratori per la fiducia nei loro confronti – scrive il presidente Bruno Ceccuzzi – e per aver donato un furgone che renderà possibile gli spostamenti di materiale e attrezzature rendendo più agevole la realizzazione degli eventi».