Iva Svizzera: si cambia dal 2018

Il primo gennaio 2018, oltre che per l’avvio dello scambio automatico della informazioni ai fini fiscali tra Svizzera e Unione Europea, segnerà anche un passaggio di rilievo per le imprese italiane che operano nella Confederazione: entrano in vigore infatti nuove disposizioni sull’assoggettamento all’Iva elvetica per le aziende straniere.

Sarà questo il tema al centro di un seminario che (venerdì 1 dicembre a MalpensaFiere, dalle ore 9.30), Camera di Commercio e Provex Consorzio per l’Internazionalizzazione propongono all’attenzione degli operatori economici varesini.

Entrando nel dettaglio della riforma elvetica, le imprese con sede fuori dalla Confederazione che generino un fatturato annuo di almeno 100mila franchi, a livello globale, saranno assoggettate all’Iva sin dal primo franco realizzato in Svizzera.

Sempre a partire dal nuovo anno, l’Iva sarà al 7,7 per cento.

Si tratta di un punto cardine delle modifiche sostanziali che l’Assemblea federale elvetica aveva apportato alla Legge sull’imposta del valore aggiunto lo corso mese di settembre.

Ora le modifiche entreranno in vigore e per le imprese italiane cambieranno di nuovo le regole. Le novità sono diverse.

L’aliquota base passerà dall’8 al 7,7 per cento dal momento che la stessa verrà ridotta di 0,4 punti percentuali e aumentata dello 0,1 punti percentuali per finanziare e ampliare l’infrastruttura ferroviaria.

Per quanto riguarda l’assoggettamento obbligatorio delle imprese, diventerà determinante la cifra d’affari realizzata a livello mondiale e non più soltanto quella conseguita sul territorio svizzero. Il che significa che molte società con sede all’estero saranno costrette a iscriversi nel registro dei contribuenti Iva in Svizzera.

Sarà invece non assoggettato all’Iva chi realizza sul territorio elvetico o all’estero un fatturato inferiore ai centomila franchi annui. Ma non solo. Ci sono anche una serie di eccezioni e normative che gli imprenditori dovranno imparare a conoscere. Di qui il seminario a Malpensafiere.