Investire in LombardiaBalzo dei capitali esteri

La Prealpina - 07/02/2017

«Un importante momento di confronto per il mondo dell’impresa e per favorire gli investimenti nella nostra regione». Così, l’assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia Mauro Parolini parlando a proposito di “AttrAct – Invest in Lombardy Days”, la due giorni in programma fino a stasera a Palazzo Lombardia – e promossa da Regione, Unioncamere Lombardia e dal Sistema camerale lombardo, con il supporto di Promos (azienda speciale della Camera di Commercio di Milano) e da Invest in Lombardy (servizio incaricato per l’attrazione di investimenti esteri in Lombardia) -, che vede al lavoro un network tra imprese multinazionali, istituzioni locali e nazionali (quest’anno, per esempio, parteciperà anche il sottosegretario allo Sviluppo economico Ivan Scalfarotto, ndr), economisti, professionisti, banche e imprese.

Numeri alla mano, negli ultimi cinque anni hanno messo su casa in Lombardia un centinaio di nuove multinazionali – una ogni due settimane -, creando quasi un migliaio di nuovi posti di lavoro. E da qui al 2020 le cose dovrebbero migliorare: alla fine dei prossimi tre anni sono attesi una ventina di nuovi investimenti esteri con circa altri 1500 nuovi addetti. L’edizione 2017 della kermesse è coincisa con il lancio da parte della giunta Maroni del progetto “AttrAct”, che prevede il coinvolgimento di 70 Comuni lombardi nella valorizzazione delle opportunità di investimento sul territorio, attraverso “accordi per l’attrattività” stipulati con Regione Lombardia. «Un impegno sostenuto con 10 milioni di euro – ha puntualizzato l’assessore Parolini -. Migliorare l’attrattività significa generare sviluppo economico per le imprese del territorio e favorire nuove opportunità occupazionali. Ovvio, però, che dobbiamo fare in modo di valorizzare al massimo il rapporto tra chi investe e le pubbliche amministrazioni affinché i percorsi burocratici siano meno complessi e gli oneri calmierati».