Intrecciare i mondi fa bene Soraya e le borse uniche

La Provincia Varese - 24/03/2016

La creatività d’Oriente e la concretezza d’occidente si mescolano nelle creazioni di Soraya Shahir Barzegar. Festeggia in questi giorni un anno dall’inizio della sua attività imprenditoriale la giovane designer varesina ideatrice di “Soraya Milano”, brand di originalissime borse e accessori moda. Pezzi unici ispirati ai magici disegni dei tappeti persiani, legati all’attività del papà collezionista cui deve le origini iraniane. Geometrie o fantasie fiorate mescolate a pelli pregiate con creatività e gusto estetico creano borse uniche, delle quali non è possibile avere due pezzi identici. «Ho fondato la mia azienda nel marzo 2015 – racconta la stilista – Sono di Varese perciò ho deciso di sviluppare qui le mie borse, una diversa dall’altra, ma lavoro moltissimo con l’estero: America, Australia, Canada, Svizzera e Qatar ». In brevissimo tempo le sue creazioni sono state in grado di attirare l’attenzione dei buyer di tutto il mondo. Il percorso di Soraya è stato in un certo senso all’inverso, s’è fatta apprezzare prima all’estero per poi “sbarcare” anche in Italia. «Spero di essere una speranza per giovani imprenditori. Sono l’esempio del fatto che se ci si impegna per creare qualcosa di nuovo e di innovativo, la possibilità di avere successo c’è». Già dal primo passo però Soraya ha dimostrato di voler investire al massimo nel suo progetto. «La prima tappa è stata quella di proporre la mia collezione di borse in un apposito temporary store a Ginevra». Il mercato svizzero ha recepito questa novità, classica nell’alta qualità italiana e originale nella confezione dal sapore mediorientale. Il secondo passo sono stati gli Usa: «Dopo che si è aperto il mercato estero, dove il Made in Italy ha sempre una marcia in più, si è aperto anche quello italiano». Ai giovani consiglia di «imparar bene l’inglese e di non aver paura di affrontare questo tipo di mercato anche a livello internazionale e non solo locale»