Industria 4.0, finanziamenti più facili

La Prealpina - 04/05/2017

Ucimu- Sistemi per produrre, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione, e il Gruppo Intesa Sanpaolo hanno firmato un accordo di partnership pensato per sostenere e favorire i processi di innovazione e digitalizzazione delle imprese associate e delle loro clienti.

Le opportunità di sviluppo per le aziende che intendono cogliere la sfida del digitale lanciata dalle autorità di governo con l’istituzione del Piano Nazionale Industria 4.0 sono enormi ma richiedono un intervento a 360 gradi con investimenti in capitale fisso e immateriale. Intesa Sanpaolo mette a disposizione degli associati a Ucimu, che rappresentano oltre il 70% del made in Italy di settore, e dei loro clienti, un’ampia gamma di soluzioni finanziarie utili a supportare, nel modo più adeguato, gli investimenti rientranti nel Piano Nazionale Industria 4.0 funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi.

Tali soluzioni consentono di coprire fino al 100% dell’investimento e sono abbinabili a linee di smobilizzo crediti commerciali fino al 50% dell’importo dell’investimento. «L’accordo siglato con Intesa Sanpaolo è pensato per sostenere e stimolare il processo di crescita del manifatturiero – commenta Alfredo Mariotti, direttore di Ucimu – . Infatti lo sviluppo della competitività dell’industria del nostro paese non può prescindere dall’aggiornamento del parco macchine installato nelle aziende e dalla loro integrazione digitale. L’auspicio è chequesta iniziativa possa facilitare l’incontro tra domanda e offerta di tecnologia, contribuendo con ciò all’incremento della competitività del sistema Italia». Per Andrea Lecce, responsabile della Direzione Marketing di Intesa Sanpaolo: «Questo accordo è importante perché coinvolge un settore rappresentativo del made in Italy».