Industria 4.0 Calenda in Liuc

La Prealpina - 21/11/2016

La quarta rivoluzione industriale sarà domani al centro dell’Inaugurazione del nuovo Anno Accademico della Liuc. Un tema di stretta attualità, che sarà affrontato e spiegato direttamente dal ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, ospite della cerimonia.

Un tema pregnante che parla di un futuro in parte già presente e che trova l’Ateneo guidato dal Rettore Federico Visconti pronto a fare la propria parte, a preparare in maniera adeguata il capitale umano che dovrà gestire un’industria digitalizzata, la cosiddetta fabbrica 4.0. Perché le persone dialoghino con le macchine, per rispondere a come sarà l’industria del futuro, servono formazione e ricerca di qualità. Una mission che la Liuc intende perseguire con rigore accademico mantenendo ben saldo, allo stesso tempo, il suo rapporto con le imprese, in particolar modo le piccole e medie imprese, prezioso valore aggiunto per un Paese che è la seconda realtà manifatturiera d’Europa. Mentre il governo ha presentato il Piano nazionale Industria 4.0 e dichiarato di voler scommettere sulle competenze, la Liuc si sta già muovendo in questa direzione. Non a caso sarà il Professore Emerito del Politecnico di Milano Armando Brandolese a tenere la prolusione per la Cerimonia di inaugurazione del nuovo anno su “La quarta rivoluzione industriale: competenze per le nuove sfide”. «Occorre preparare le nuove generazioni a capire i principi e i fondamenti delle nuove tecnologie, in modo che anche le Pmi possano cogliere appieno le opportunità offerte dalla quarta rivoluzione industriale in un contesto competitivo soggetto a rapidi cambiamenti» , sottolinea il professore Armando Brandolese.

La Cerimonia sarà aperta dall’intervento del Presidente della LIUC Michele Graglia.