Incontro col ministro luinese d’origine

La Prealpina - 31/10/2017

Incontro molto cordiale quello che si è svolto domenica tra il sindaco di Luino ed il neoeletto Consigliere federale, ministro degli Esteri svizzero, Ignazio Cassis. Andrea Pellicini ha partecipato al ricevimento tenutosi a Sessa, Comune ticinese di origine di Cassis a soli 4 chilometri da Luino, per salutare l’arrivo di un abitante del Malcantone speciale, appunto il nuovo ministro della Confederazione eletto a Berna il 20 settembre scorso. I motivi di vicinanza con Luino non si limitano ai rapporti di buon vicinato, perché il papà del medico malcantonese festeggiato domenica era proprio di Luino, della frazione di Longhirolo per essere precisi, mentre la mamma, ancora in vota, è di origine bergamasca. «E’ stata una festa popolare bellissima – ha commentato Andrea Pellicini – che ha messo in luce in primo luogo la profonda identità della Regione del Malcantone, con costumi e canti tradizionali. Ho quindi avuto modo di conoscere Cassis, apprezzandone lo stile e i modi garbati, ma soprattutto la capacità di parlare il linguaggio semplice della gente. Si è detto onorato della presenza del Sindaco di Luino, in quanto la nostra città è parte fondamentale della storia della sua famiglia. Suo padre, infatti, è nato e cresciuto a Longhirolo.” Alla cerimonia erano presenti molti Sindaci dell’area del Malcantone e Cassis, come ha riferito Pellicini, si è addirittura commosso di fronte a loro. «Ho avuto l’impressione di trovarmi innanzi ad un uomo vero, prima che ad un importante politico. La Svizzera può insegnarci molto: la gente è sinceramente innamorata del proprio paese, della propria regione e ha, al contempo, un forte sentimento nazionale». Il clima di profondo rispetto ha colpito Pellicini che ha pure annunciato di voler fare a breve un incontro con i sindaci dell’area Luinese insieme a quelli del Malcantone. «Ci si trova spesso per parlare di problemi, meno di opportunità, conclude il sindaco di Luino. Io credo che sia invece importante agevolare questi incontri, per conoscersi e certamente per trattare una serie di argomenti, di temi che riguardano la nostra regione di confine, di frontiera. Penso siano buone occasioni per parlarsi ed intendersi in questo bellissimo territorio». Proprio oggi Ignazio Cassis entrerà in servizio come ministro degli Affari Esteri della Confederazione, succedendo a Didier Burkhalter.