In bici alla conquista dei clienti

La Prealpina - 09/01/2017

Sia in città sia negli alberghi della provincia, si punta a conquistare turisti appassionati di bici. Ovviamente lo sguardo va oltre il turismo d’affari, in questo caso. Molti gli alberghi che già hanno un deposito custodito con rastrelliere e ganci a muro, attrezzature di officina per le piccole riparazioni, spazio allestito a spogliatoio, servizio di lavanderia rapido per gli indumenti da ciclista.

Il progetto, che si chiama club di prodotto Lago Maggiore Bike Hotels è un piano di accoglienza turistica dedicata agli amanti della bicicletta «che scelgono di soggiornare nell’area dei Laghi Prealpini e in particolare attorno al Lago Maggiore».

La proposta di Federalberghi è di rendere a misura di biker l’albergo e – insieme con Camera di Commercio e con gl ialti enti del territorio coinvolti nel progetto – appetibile ai turisti il territorio proprio in virtù della tradizione del ciclismo ad altissimo livello ma non solo collegata ai grandi eventi sportivi di fama nazionale e internazionale.

«Puntando sulle discipline sportive vorremmo destagionalizzare la domanda turistica, visto che molte discipline vengono praticate fuori stagione, per esempio il ciclismo in primavera e in autunno – spiega il direttore di Federlaberghi, Daniele Margherita – e incrementare la presenza di turisti stranieri».

Impegno in prima linea, quello di Federalberghi Varese, per promuovere lo sport nelle sue forme più variegate, in collaborazione con la Camera di Commercio e la Varese Sport Commission.

Tra le altre iniziative di promozione turistica, una speciale partnership tra l’associazione ed il Fai.