In arrivo un nuovo regolamento per il mercato di piazzale Kennedy

Si preannunciano novità per il mercato di piazzale Kennedy. Lunedì, alle 18, si riunirà la Commissione commercio per discutere il nuovo regolamento che disciplina il mercato. Si tratta di un regolamento molto atteso, tanto che il Comune ha deciso di lavorarci nonostante il decreto Mille Proroghe consentirebbe di posticipare l’opera al 2018. Il dato sotto gli occhi di tutti è che il mercato negli ultimi anni ha perso appeal. Come fare a invertire il trend? Tra le ipotesi vi è l’introduzione di categoria merceologiche più specifiche rispetto a “alimentare – non alimentare”, cosa che dovrebbe ordinare il mercato di piazzale Kennedy e guidarne la composizione. Altre novità verranno illustrate durante la commissione. «Gli uffici recepiranno le variazioni in un unico documento, da discutere con la Commissione consiliare – ha spiegato l’assessore alle attività produttive Ivana Perusin, martedì scorso, al termine della riunione svoltasi negli uffici di piazzale Foresio – L’idea è quella di portare avanti le diverse richieste degli ambulanti per poter rivitalizzare in tempi brevi il mercato. Inoltre vorremmo fare una sperimentazione di mercato (numero ridotto di banchi da attribuire con un bando) nei giorni non di mercato (martedì, mercoledì e venerdì) in piazza Repubblica. La proposta è stata favorevolmente accolta dalla commissione. Ci lavoreremo vigilando anche tutti gli aspetti tecnici delle prossime settimane». Rimane da affrontare il “nodo” dell’usato. Nel mercato di Varese, infatti, ci sono commercianti che espongono oggetti usati, cosa che nel passato ha indispettito chi vende merci nuove. Gli oggetti usati, infatti, vengono ritenuti responsabili dell’abbassamento della qualità del mercato. Inoltre, la vendita dell’usato richiederebbe delle regole e dei controlli specifici. Qualche novità sarà apportata anche dalla direttiva Bolckestain che, a livello europeo, impone ai Comuni di aprire un bando di riassegnazione dei posti del mercato. Il Comune di Varese aprirà il bando il 14 febbraio. I posti verranno assegnati sulla base di alcuni criteri messi a punto da Governo, Stato e Regione. Di sicuro, il punteggio sarà direttamente proporzionale all’anzianità in cui si è iscritti nel registro imprese, cosa che dovrebbe aiutare i cittadini che da più tempo svolgono il mestiere di venditore ambulante.