Il tessile made in Varese si mette in mostra in Cina

Milano Unica Shanghai, lo spin-off orientale della manifestazione tessile-accessori milanese inaugura la dodicesima edizione. Sono quarantacinque le aziende di alta gamma che metteranno n mostra le loro eccellenze. Tra loro anche cinque imprese della provincia di Varese. Si tratta di Cappio Tessuti, Cervotessile, Leggiuno-Links By Leggiuno, Texta ed infine E.Thomas.

«Potranno contare su un parterre di clienti fortemente motivato e interessato alla qualità italiana» afferma Ercole Botto Poala, Presidente di Milano Unica.

Grazie al costante monitoraggio e interazione di Agenzia Ice sul territorio è possibile portare avanti questo progetto tenendo sotto controllo dinamiche e sviluppi, la cui conoscenza è determinante per inquadrare le scelte di business da fare insieme con gli espositori sempre sostenuti dal Ministero dello Sviluppo Economico.

«Non si può ignorare la dinamicità di questo Paese, rispetto allo scorso anno la crescita delle vendite moda sarà superiore al 2%. Una crescita non eccezionale in termini assoluti ma che offre grandi opportunità alle aziende italiane» afferma Massimiliano Tremiterra, Responsabile Ice Shanghai.

Vivace dinamismo confortato dal dato dell’export sul mercato cinese nel periodo gennaio-giugno 2017 e trascinato dai tessuti di lana pettinata e cotone: le vendite complessive di tessuti made in Italy sono cresciute del +9,5%; l’export verso il Dragone sommato al dato di Hong Kong risulta superiore ai 193 milioni di euro, collocandolo al primo posto davanti alla Germania.

L’integrazione multimediale, l’e-commerce e il digital marketing, assieme alle manovre economiche governative mirate, sono gli strumenti che maggiormente stanno contribuendo all’aumento dei consumi. Per questo è necessario servire al meglio i marchi locali di alta gamma, ed è dunque fondamentale tenere sotto osservazione le nuove tendenze sociali, i nuovi consumatori, le aperture verso nuovi target: occhi puntati sui millennials, cresciuti e dotati di reddito, ma anche sui pensionati che nei prossimi anni da 164 milioni arriveranno a 222 milioni, con un +51% dei consumi in area urbana.

«Per rispondere alla domanda dei marchi internazionali e locali, i 45 espositori presentano le collezioni Autunno Inverno 18-19. Sarà proposta l’Area Tendenze che da anni riscuote il massimo interesse da parte dei clienti selezionati che hanno accesso al padiglione della bellezza e della cultura» afferma Massimo Mosiello Direttore Generale di Milano Unica.