Il sole del lago sulla Coppa Favini Connubio vincente con il turismo

La Provincia Varese - 16/10/2017

Un bellissimo fine settimana autunnale di pieno sole sta accompagnando gli equipaggi che si stanno affrontando nelle regate della Coppa Favini, che si svolge sulle acque del lago Maggiore a Luino. Organizzata dall’Avav, con il supporto della Sport Commission della Camera di Commercio di Varese, la manifestazione è iniziata venerdì e si concluderà oggi con le ultime gare e le premiazioni. Nella serata di venerdì si è tenuto un aperitivo inaugurale, in cui le varie autorità intervenute hanno messo in evidenza le potenzialità del connubio tra sport e turismo, per lo sviluppo del territorio. «Ringraziamo tutti i presenti e le autorità che ci spingono a sviluppare sul territorio attività turistica e sportiva» hanno detto Giovanni Moroni, presidente di Avav e il suo vice Flavio Favini, davanti ai partecipanti al prestigioso evento. Anche il sindaco di Luino Andrea Pellicini, appassionato velista, ha messo in evidenza l’importanza della manifestazione in corso. «E’ un onore avervi qui, in un circolo storico per una regata di grande tradizione con ben venticinque equipaggi provenienti da otto nazioni; un appuntamento imperdibile per il mese di ottobre» ha affermato il primo cittadino. Per tutta la città, un’altra occasione per mettere in mostra tutte le potenzialità di cui Luino può vantarsi. «Ho molto apprezzato le regate – ha dichiarato Alessandra Miglio, assessore comunale – il lago è sempre bello e l’immagine delle barche a vela migliora ancora di più il nostro paesaggio». Sport acquatici e turismo sono due facce della stessa medaglia, da sempre, soprattutto a Luino. «Gli sport acquatici sono un must per tutto il Varesotto; due grandi realtà come Canottieri Luino e Avav creano un connubio vincente tra sport e turismo con i loro appuntamenti – ha commentato Luigi Manzo, presidente della Canottieri Luino – gli sportivi donano grande impulso all’indotto turistico». Dopo la prima giornata di gara, in testa alla classifica generale c’era l’equipaggio “Maidollis”, l’imbarcazione di Carlo Fracassoli, dove gareggia anche il luinese Giovanni Ferrari; oggi il verdetto finale.