Il segretario generale Guarino lascerà Busto: «In Provincia c’è tanto da fare»

BUSTO ARSIZIO – Non sono passate nemmeno 48 ore dal suo arrivo a Villa Recalcati, ma Antonella Guarino, nuova segretario generale della Provincia di Varese, ha già una certezza su ciò che l’attende: «Qui c’è tanto da fare».

Insomma il lavoro da portare avanti in una posizione strategica nella conduzione dell’ente provinciale non si preannuncia certo una passeggiata. Tanto che Antonella Guarino lascerà l’incarico a Busto Arsizio. Insomma non sarà un segretario generale “a scavalco” tra Busto e Varese come avevamo scritto qualche giorno fa anche per mancanza di trasparenza da parte dei vertici di Palazzo Gilardoni. E lascia con un pizzico di dispiacere, «perché a Busto mi sono trovata bene».

Chiedere qualcosa di più su come intenderà portare avanti il mandato da segretario generale della Provincia di Varese è al momento troppo presto: «Non sono ancora passati due giorni da quando sono arrivata a Villa Recalcati. Non me la sento al momento di parlare di come imposterò il lavoro. Da quello che ho potuto vedere però posso dire che qui le cose da fare di certo non mancano».

La Guarino è la persona che il presidente Emanuele Antonelli voleva fin dall’inizio a Villa Recalcati. Ed ora che è arrivata in Provincia, il presidente potrà entrare in partita su una serie di situazioni. Insomma sistemato il primo importante tassello, ora altri dovrebbero essere collocati al loro posto. Alcuni non richiederanno molto tempo, mentre per altri l’iter sarà più lungo. E forse proprio la Guarino potrà essere d’aiuto al presidente nell’indicare la direzione da seguire. Come ad esempio sulla questione delle figure apicali.

Con l’addio a Busto di Antonella Guarino, rispetto al quale non si conosce ancora la data, tornano a salire le quotazioni di Domenico D’Apolito per palazzo Gilardoni, che al momento è segretario generale al Comune di Parabiago e che potrebbe così tornare in città.