Il ruolo del volontariato oggi: convegno del Csv Insubria

Volontari(ato)…con l’Italia che ricuce”: questo il titolo del convegno che Csv Insubria ha programmato nei suoi due territori.

Como l’appuntamento si è svolto il 17 maggio, mentre a Varesel’appuntamento è per venerdì 31 maggio (ore 17,30 – 20 via Brambilla 15, C/o Istituto de Filippi)

L’obiettivo del convegno è quello di puntare l’attenzione sul Terzo settore come protagonista del cambiamento in atto nella società, alla luce della riforma, e di farlo dialogare con le istituzioni del territorio. «La riforma del Terzo settore – spiega il presidente di Csv Insubria, Luigi Colzani – riconosce il volontariato ridisegnando il contesto in cui si muove e aggiornandone il ruolo. Il volontariato è chiamato, dunque, a trovare una dimensione che risponda alle mutate esigenze di una società in profonda trasformazione ed è responsabilità dei Centri di Servizio accompagnarlo in una rinnovata consapevolezza».

Sarà un momento di riflessione e di consapevolezza rispetto ai cambiamenti in atto: si parlerà del volontariato con una particolare attenzione a consistenza e valori, grazie alle testimonianze di realtà locali; l’attenzione sarà poi puntata sulla riforma del Terzo settore che è ancora in una fase di attuazione e sarà proposto infine un momento di confronto con attori locali e istituzionali.

Nella prima parte dell’incontro saranno evidenziati i dati sulla consistenza del settore sul territorio e sul suo posizionamento, ci saranno poi le testimonianze di due realtà locali: Daniela Capitanucci parlerà dell’esperienza di And (Associazione Azzardo e nuove Dipendenze) e don Marco Casale del progetto Crea (Cucinare per recuperare le eccedenze alimentari). L’intervento di Lella Brambilla(Forum del Terzo settore Lombardia) netterà invece l’accento sulla riforma del Terzo settore; per concludere la parola passerà a Giacomo Mazzarino, dirigente della Camera di Commercio di Varese, Lucia Riboldi, di Rete Giunca e al vicepresidente del Consiglio regionale della Lombardia, Carlo Borghetti.